Cannes, il pudore di Paz Vega sul red carpet

E rieccoci! Potremmo davvero definire questo sessantanovesimo Festival di Cannes l’edizione delle aggiustatine.
Alla serata inaugurale abbiamo visto un’inaspettata Valeria Golino tutta trasparenze che, con un po’ di imbarazzo, teneva una mano sull’inguine a coprire i leggeri strati dell’abito Valentino.

C_2_box_3685_upiFoto1V

Poi è stata la volta di Amal Clooney che, nella sua sensuale creazione gialla Atelier Versace, ha dovuto litigare con uno spacco troppo audace, alzato dalla brezza della Croisette.
Ed ecco che alla première di BGF – Il Gigante Gentile, il nuovo film di Steven Spielberg, è Paz Vega a regalare ai fotografi un altro siparietto sexy.
L’attrice spagnola pensava forse di stupire per il suo nuovo taglio di capelli, quel pixie cut che va tanto di moda tra le star e invece è il suo vestito della collezione haute couture primavera-estate 2016 di Stephane Rolland ad attirare tutta l’attenzione.
La seta del modello, che da dietro appare quasi monacale, è talmente impalpabile e lo scollo è così profondo che il sideboob è garantito.
Paz Vega se ne accorge e passa buona parte della sua permanenza sul red carpet con il braccio saldamente aggrappato al collo o, in alternativa, con la mano appoggiata sullo sterno.
Paz, potevi anche fare qualche prova in più davanti allo specchio.
Il pubblico comunque ammira e ringrazia.

Cannes, un festival di… grande caratura

Nell’arco di poco più di una settimana gravitano intorno al Festival di Cannes i gioielli più preziosi del mondo. Collier, bracciali, orecchini e anelli: più sono i carati e più sono contente le star.

C_2_box_3528_upiFoto1V

Dagli intramontabili diamanti ai coloratissimi rubini, smeraldi e zaffiri, i gioielli sono parte integrante di ogni outfit.
Se è vero che le dive hollywoodiane brillano già di luce propria, è altrettanto innegabile che un prezioso da fiaba aiuta a far colpo tra i tanti look che affollano il red carpet.
Cartier, Chopard, de Grisogono, Piaget, Bulgari: sono molti i brand di alta gioielleria che puntano ad adornare le bellissime del cinema.
E loro, da Julia Roberts a Julianne Moore, passando per Bianca Balti, Valeria Golino e Naomi Watts (solo per citare alcune protagoniste di questo sessantanovesimo Festival) adorano coprirsi di creazioni opulente.