Laura Pausini si prende San Siro nel nome delle donne: “Un concerto contro la violenza”

E’ partito dallo stadio San Siro di Milano il #pausinistadi, il tour di Laura Pausini, il primo di un’artista femminile negli stadi. “Non vorrei essere presuntuosa, ma qui a San Siro l’ospite vorrei essere io e canterò con tutta la passione” ha detto prima del concerto. Una volta sul palco la cantante ha rivolto un pensiero ai recenti fatti di cronaca: “Questo concerto è contro la violenza sulle donne”.

C_2_fotogallery_3002189_1_image

“Prepararmi per gli stadi è stata una missione prima di tutto vocalmente. Lo stadio per assurdo mi fa usare un volume ancora maggiore e per questo ogni giorno faccio silenzio vocale assoluto fino alle 20 e poi inizio il riscaldamento vocale e sono pronta per la serata”, ha dichiarato Laura Pausini. Decine di pullman, flussi massicci e costanti in arrivo dalla metropolitana, lunghe ma ordinate code agli ingressi e gli immancabili fan accampati fuori dallo stadio hanno segnato le ore immediatamente precedenti al concerto, prima spedizione di un doppio appuntamento da 100mila presenze, secondo i dati degli organizzatori. La star ha rivelato: “Sono passati 9 anni dal mio primo San Siro, fino a una settimana fa me la tiravo, dicevo : ma si dai, l’ho già fatto, so come si fa. da ieri me la faccio sotto. mi fa più paura oggi di allora. Questo stadio che poi è il tempio della mia squadra del cuore oltre a un vanto della città che amo da sempre, Milano”.
“La scaletta comprende 45 canzoni. Sono tantissime anzi alcune che volevo fare le ho tenute fuori perché lo spettacolo dura già 2 ore e mezza e poi a San Siro da una certa ora in poi in poi non si può più suonare. Il palco l’ho disegnato io, lo volevo imponente ma semplice. C’è tutta la passione di un lavoro serissimo che ho preparato con la mia squadra. Nello show c’è tutto l’amore che posso e che voglio portare in giro con trasporto e con tanto sentimento”. Una serata attesa che ha richiamato fan da tutta Italia, a dispetto delle prossime tappe allo Stadio Olimpico di Roma (11 giugno) e all’Arena della Vittoria di Bari (18 giugno) dove la Pausini sarà raggiunta sul palco rispettivamente da Biagio Antonacci e Giuliano Sangiorgi.

Ignazio Boschetto e la biondina misteriosa allo stadio

Una biondina bella e misteriosa pare aver fatto breccia nel cuore di Ignazio Boschetto. Il cantante de Il Volo è stato infatti sorpreso allo stadio San Siro di Milano in dolce compagnia. Tra sorrisi, sguardi d’intesa e tenerezze. Con lui, a vedere il Milan contro il Carpi, infatti non c’erano gli amici fraterni e colleghi Piero Barone e Gianluca Ginoble, ma una ragazza solare che non l’ha lasciato solo un attimo. Nuovo amore?

C_4_foto_1438787_image

Intanto, dopo un anno di successi e di record in Italia e nel mondo, sabato 16 gennaio Il Volo sarà in concerto al Palalottomatica di Roma. Sul palco il celebre trio, che per l’occasione sarà accompagnato dall’Orchestra Giovanile di Roma, presenterà tutti i suoi più grandi successi tra cui i brani contenuti nel nuovo album internazionale “L’more si muove”.
Queste tutte le prossime date del tour: 15 gennaio, al Nelson Mandela Forum di Firenze, 20 gennaio al Pala Maggiò di Caserta, 21 gennaio al Pala Florio di Bari, 23 gennaio al Palasport di Acireale – Catania, 26 gennaio all’Unipol Arena di Bologna, 27 gennaio al Pala Alpitour di Torino e il 29 gennaio al Mediolanum Forum di Milano.