Michelle Hunziker verso Sanremo: “Io al Festival? Se tutto dovesse andare…”

«Se dovesse andare tutto come deve andare…».
Michelle Hunziker a Domenica In non conferma in modo certo le voci insistenti sulla sua partecipazione al festival di Sanremo ma lascia volutamente intendere che sarebbe ben felice di tornare sul palco dell’Ariston per condurre il prossimo festival con Claudio Baglioni.

hunziker-baudo_17163148

E soprattutto con quel “se” pare rimandare ad accordi che sarebbero già in fase molto avanzata, prossimi dunque ad un’ufficializzazione.
Alla domanda diretta sul suo possibile impegno, Michelle Hunziker ha risposto: «Se dovesse andare tutto come deve andare, sono la prima a esserci, perché sono pazza, piacevolmente pazza».
Sanremo rappresenta inevitabilmente una grande scommessa per i suoi conduttori. Una sfida non sempre vinta. Ma la Hunziker pare non sentire il peso o la pressione di quel palco, anzi sembra godersi l’ipotesi di un grande ritorno.
Al festival, infatti, ha debuttato nel 2007 con Pippo Baudo e di Sanremo ha uno splendido ricordo.
«Ma quanto era bello, mi sono divertita tanto: saluto Pippo, un mito».
In trasmissione, l’occasione per rivedere immagini di quell’edizione, riviverne le atmosfere e guardare avanti.

Amici, arriva Paolo Ciavarro per affiancare De Martino: “Maria punta su di lui per altri progetti”

Una carriera in ascesa per Paolo Ciavarro, figlio di Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro, con cui ha partecipato a “Pechino Express”.
Sembra infatti che la regina della tv Maria De Filippi abbia un debole per lui:

3410195_1632_paolo_ciavarro_amici

“Paolo Ciavarro, 26, figlio dell¹attore Massimo, continua la sua ascesa in tv – fa sapere Alberto Dandolo per “Oggi” – Dopo aver partecipato a Pechino Express e a Forum, è stato scelto da Maria De Filippi per la conduzione di Amici Casting, assieme a Marcello Sacchetta e a Stefano De Martino.
Si sussurra che la signora Costanzo potrebbe puntare su di lui anche per altri progetti”.

Al Bano, addio alla musica per entrare in politica? Ecco dove e con chi potrebbe candidarsi

Al Bano Carrisi news, il cantante ha annunciato il suo ritiro dalla musica nel 2018 ma ora circolano voci sul suo futuro e si parla anche di candidatura alle prossime elezioni: ecco dove e con chi si potrebbe candidare.
A 74 anni Al Bano Carrisi si dice pronto a lasciare la musica: l’addio alle scene e ad una lunghissima carriera avverrà nel 2018, non prima di essere stato giudice di The Voice: un’ottima notizia per i fan che si stanno ancora riprendendo dall’annuncio di addio al mondo dello spettacolo.

Al-Bano-Carrisi-colpito-da-un-infarto-e-operato

Il leone di Cellino San Marco ha dovuto per forza di cose rallentare in seguito ai malori che lo hanno colpito alcuni mesi fa, ma non vuole deludere il suo pubblico, così ha accettato una nuova sfida in prima linea nel talent di Rai2 al fianco di J-Ax.
Non è finita qui, perché circolano sempre più insistentemente alcuni rumors sul cantante pugliese e sulla svolta che potrebbe presto avere in politica. Verità o bufala? A rispondere alle curiosità dei conduttori di Un giorno da pecora su Radio1 e esaudire le richieste dei fan ci ha pensato direttamente il compagno di Loredana Lecciso.
L’amatissimo artista ha voluto sfatare con chiarezza ogni mito sulla sua imminente discesa in campo. Niente tentazioni per Al Bano che ai microfoni della trasmissione radiofonica ha aggiunto: “Mai. Una volta ad un mio amico dissi di darmi tempo tre giorni, per vedere se mi fosse cresciuto il pelo sullo stomaco. Ma non mi è cresciuto…”
Ma quale partito avrà provato a convincerlo a buttarsi in politica? Il cantante ha soltanto fatto un piccolo accenno: “Centrodestra, ma il nome non ve lo dico”.

Simona Ventura, Stefano Bettarini e il figlio Nicolò si raccontano al Maurizio Costanzo Show

“Si è sempre genitori, anche quando non c’è più l’amore”. Simona Ventura, ospite al Maurizio Costanzo Show assieme all’ex marito Stefano Bettarini e al figlio Nicolò, vuole mettere in chiaro un ruolo importante che non deve essere inficiato dal divorzio. “All’inizio non è facile, prevale l’istinto, la voglia di farla pagare all’altro.

640x360_C_2_video_774704_videoThumbnail

Ma con il tempo ci si rende conto come le vere vittime di queste separazioni siano i figli, che soffrono la situazione e non ne sono la causa”.
Nicolò vive con la madre ma vede il padre in diverse occasioni, soprattutto durante le festività, e quando da piccolo è stato il momento di scegliere uno sport, ha puntato sul calcio. Una passione trasmessagli da Bettarini, senza dubbio, che tuttavia non ha avuto altro ruolo in questa sua scelta. “Prima di considerarli personaggi pubblici” risponde a Costanzo “li vedo come miei genitori e così li tratto. Sono entrambi molto impulsivi ma una cosa di cui sono orgoglioso è che dopo tutto questo tempo si sono riuniti per risolvere i problemi insieme”.

Domenica in flop, spazio allo Zecchino D’oro per risollevare gli ascolti Rai

La Domenica in delle sorelle Parodi fa flop, spazio allora allo Zecchino D’oro per risollevare gli ascolti Rai.
Si continua a discutere molto sul flop di ascolti della nuova Domenica In condotta dalle sorelle Parodi, che non riesce a tenere il passo della concorrente Domenica Live di Mediaset.

3305317_domenicain6

La Rai starebbe cercando soluzioni per tamponare l’emorragia di ascolti e dal 19 novembre ci penserà lo Zecchino d’Oro, condotto da Francesca Fialdini, a togliere spazio alle sorelle Parodi e a cercare di racimolare qualche punto Auditel in più.

Sirene, «Tassista ricchione»: scoppia il caso durante la messa in onda della serie su Rai Uno

‘Tassista ricchione’, scoppia il caso durante la messa in onda della serie Sirene su Rai 1 Battuta omofoba nella prima puntata di Sirene, fiction fantasy andata in onda ieri sera su Raiuno.

15_20171027094513

La parola “ricchione” è stata usata verso un tassista e il pubblico di Raiuno si è diviso, tra chi ha riso e basta e chi ha ritenuto offensivo e fuori luogo quell’appellativo. Caduta di stile o provocazione voluta appositamente? Sirene ha comunque ottenuto un ottimo successo.