La serie tv su Versailles dà scandalo: una scena di sesso al minuto

La serie televisiva ispirata a Versailles e alle vicende della corte di Luigi XIV è destinata a far parlare di sé. Nel primo episodio, prodotto dalla Bbc e andato in onda ieri sera, non ci sono meno di sette scene di sesso e c’è chi lamenta una totale assenza di dialoghi a favore di ben 17 minuti di nudità.
Realizzato dai francesi per un pubblico inglese e interpretato dall’attore britannico George Blagden, sembra che faccia poca attenzione ai riferimenti storici.

1771623_versailles

Una delle scene rimaste più impresse riguarda un nano che si intrufola nella gonna della regina, mentre solo un minuto dopo l’attrice svizzera Noemie Schmidt, che interpreta Henrietta, emerge da una pozza d’acqua indossando un negligée bianco trasparente. Lei e il re si vedono rotolare nudi nel letto all’interno del palazzo francese sessanta secondi più tardi.
La mini-serie è formata da dieci episodi e ambisce a superare le prime stagioni di Game of Thrones per le scene scabrose. Al centro della trama il re donnaiolo e i fasti della sua corte. Salito al trono a soli quattro anni di età nel 1643, vi rimase fino alla sua morte nel 1715, circa 72 anni dopo.
Ai fatti accaduti realmente gli autori hanno mischiato qualche licenza poetica e gli attori hanno raccontato di aver provato non poco imbarazzo nelle scende di nudo. Blagden ha spiegato: “Le scene di sesso sono sempre imbarazzanti. Chiunque abbia fatto una scena di sesso nel nostro lavoro sa che sono difficili da girare.

“Una mamma per amica”, Alexis Bledel ha partorito in gran segreto

Colpo di scena ad “Una mamma per amica”, Rory ha dato alla luce un maschietto. Non è un’anticipazione del remake della serie tv, che debutterà a breve negli Stati Uniti; il lieto evento riguarda la vita privata dell’attrice Alexis Bledel. Lo scorso autunno la 34enne ha partorito in gran segreto il primo figlio, avuto dal marito Vincent Kartheiser. Il lieto evento è diventato di dominio pubblico solo ora, per ‘colpa’ del collega Scott Patterson.

C_2_fotogallery_3001713_4_image

Il portavoce dell’attrice ha confermato al magazine People la notizia, che aveva iniziato a diffondersi a causa della gaffe del compagno di set Scott Patterson (volto di Luke Danes) che alla rivista Glamour aveva dichiarato: “È davvero sbocciata come donna, adesso è una madre orgogliosa, felicemente sposata”.
“Non è cambiata molto rispetto a quando aveva 18 anni, ma adesso ci confrontiamo come genitori – ha continuato – Mio figlio è un anno e mezzo più grande del suo. Le mostro le foto e video, per farle vedere cosa la aspetta. Ci divertiamo molto insieme”. Insomma, è ancora possibile mantenere una gravidanza lontano dai flash di Hollywood… a patto che qualche collega non spifferi tutto in buona fede.

“Romanzo siciliano”, Fabrizio Bentivoglio e Claudia Pandolfi nella nuova fiction di Canale 5

Si alza il velo su “Romanzo siciliano”, la nuova fiction di Canale 5 in arrivo nella prima metà di maggio. “Tv Sorrisi e Canzoni” presenta alcune immagini in anteprima e un’intervista doppia ai protagonisti, Fabrizio Bentivoglio e Claudia Pandolfi, per la prima volta insieme in una fiction. “Non ci stancheremo mai di toccare temi come la mafia – dice lei -. Le persone vogliono vedere vincere i buoni. Abbiamo bisogno di essere rassicurati”.

C_2_fotogallery_3000987_0_image (1)

Bentivoglio è il tenente colonnello Sergio Spada, che da anni dà la caccia al boss di Siracusa Salvo Buscemi (Ninni Bruschetta). Per aiutarlo nelle indagini arriva un giovane giudice, Emma La Torre, che ha il volto della Pandolfi. L’attore racconta del suo personaggio: “Sergio è un uomo tutto d’un pezzo, di un’umanità nascosta ma indubbia. Ma lo vediamo anche nel privato con tutte le difficoltà che ha nel crescere da solo Nora, la figlia avuta dalla moglie morta da poco”.
I due protagonisti si sono incontrati per la prima volta su un set e Claudia Pandolfi confessa che amava già da spettatrice Bentivoglio: “E mi è piaciuto anccora più scoprire lati del suo carattere che non sospettavo, è un professionista, sobrio e solido”. La mafia torna ad essere protagonista ancora una volta in una serie tv. “Come novità che abbiamo introdotto è stato cercare di portare più umanità nei personaggi”, dice Bentivoglio, mentre la Pandolfi replica: “Non ci stancheremo mai di toccare questo tema, queste storie appassionano perché le persone amano le gesta eroiche”. “Questo tipo di serie serve a ricordarci che siamo circondati dalla mafia, ci conviviamo e resta un problema sanguinoso”, spiega l’attore. “Ho sentito recentemente che qualcuno cerca di sminuire il problema ma non si può lasciar passare il messaggio che queste cose non esistano”, aggiunge l’attrice di “Ovosodo”.