Ornella Muti fa le valigie: “Addio Italia, ho comprato casa in Russia”

Ornella Muti fa le valigie e lascia l’Italia per amore. L’attrice italiana starebbe per trasferirsi a Mosca, dove ha acquistato un appartamento di tre stanze nella Ostozhenka, la zona più esclusiva della capitale russa.

Ornella Muti in boutique ''Igor Gulyaev''. Moscow Ornella Muti shopping a Mosca

Lo riporta il canale tv Rossiya 1. Muti vivrà con il compagno Fabrice Kerherve, che ha diversi interessi in Russia. Anche l’attrice avrebbe intenzione di fare affari a Mosca lanciando una linea di calzature in pelle e un ristorante, naturalmente italiano.

Russia-Galles 0-3: Ramsey e Bale agli ottavi da primi della classe

Bale e Ramsey sono i principi di un Galles che approda a vele spiegate negli ottavi, aggiudicandosi il Gruppo B di Euro 2016. Tre schiaffi alla Russia, due dei quali fra 11′ e 20′ del primo tempo, chiudono un match che, di fatto, non è mai stato in discussione. Troppo profondo, netto, incolmabile il divario fra due squadre inversamente proporzionali per velocità e concretezza.

225441716-c01e7d28-6f1b-433f-bfe1-aa43e79afecf

Il Galles è una squadra essenziale: corre e gioca, esibendo un calcio agile e leggero, che mette allegria, come i suoi tifosi; la Russia sembra un pugile suonato, che si aggrappa disperatamente all’avversario. Una squadra smarrita, con poche e confuse idee.
Fra due anni, di questi tempi, ospiterà il Mondiale e, nel frattempo, dovrà creare qualcosa che somigli a una squadra competitiva. Un’impresa disperata, anche perché le multinazionali del calcio hanno monopolizzato il mercato, importando contingenti di stranieri in ogni squadra, che finiscono per togliere spazio ai possibili talenti della casa madre. Il Galles, sullo stesso terreno dove l’Italia ha piegato la Svezia, mette subito le cose in chiaro, passando dopo soli 11′ con l’incontenibile Ramsey che, appena si accende, fa sfracelli. Un recupero di Chester, nella trequarti dei gallesi, avvia l’azione dell’1-0: il pallone finisce a Joe Allen, che pesca in sospetta posizione di fuorigioco il fantasista dell’Arsenal, il cui controllo e perfetto, come la palombella che supera in uscita Akinfeev. La Russia accusa il colpo e i gallesi capiscono che è il momento di chiudere i conti.
Passano 9′ dal gol di Ramsey e il 2-0 si materializza, ‘Mamma Russià ci mette però molto del suo, per via di una sciagurata deviazione di capitan Shirokov che, nel tentativo di intercettare un suggerimento di Bale, serve un assist sulla sinistra a Taylor. Il terzino di fascia, prima si fa ribattere la conclusione da Akinfeev, quindi ribadisce a rete. Russia ko e Galles che sogna a occhi aperti. Persi per persi, gli uomini schierati da Skutski si buttano in avanti, pur rischiando l’imbarcata. Bale è scatenato, impossibile da arginare per i macchinosi difensori russi, Akinfeev è costretto a un super-lavoro. È tutto un susseguirsi di pericoli per i russi che, in qualche modo, reggono l’impatto. Nella ripresa è ancora Bale, grazie anche all’ispiratissimo Ramsey, a tenere banco e a entrare definitivamente nella leggenda, siglando il terzo gol (in tre partite, il 22/o con la maglia del Galles), con un tocco felpato di esterno sinistro, sempre su imbeccata di Ramsey. Il cambio dei gemelli Berezutski non sembra sortire gli effetti sperati, perché la Russia continua ad avanzare troppo lentamente e subisce le scorribande degli avversari che, quando accelerano, sono incontenibili. Ramsey è il faro e sfrutta il lavoro di Allen, mentre Bale è il finalizzatore. La Russia chiude in avanti, ma di pericoli veri non ne crea ed esce dall’Europeo con un solo punto e zero prospettive.

Il matrimonio più costoso del mondo: 2 milioni di dollari per le nozze del rampollo russo

Non hanno badato a spese per rendere indimenticabile il giorno del loro matrimonio: sono costate oltre due milioni di dollari le notte tra Sargis Karapetyana, 23 anni, e di Salome Kinturashvili, 25. Lui è il rampollo di un magnate armeno, il 28esimo uomo più ricco della Russia con un patrimonio stimato di oltre 4 milardi di dollari, lei la fortunata che è riuscita a farlo innamorare.

1792360_salomem1

Salome ha indossato tre abiti differenti: uno bianco come vuole la tradizione armena, altri due tempestati di pietre preziose. Uno è stato commissionato alla stilista Elie Saab e pagato 35mila dollari, ben poca cosa rispetto ai 200mila spesi per i gioielli firmati Tiffany.
Per celebrare il loro “sì”, gli sposi hanno scelto festeggiamenti sfarzosi, che a seconda del gusto personale si potrebbe definire anche kitsch. Il ricevimento si è svolto al ristorante Safta di Mosca, che per l’occasione si è trasformato in un giardino incantato rivestito di fiori freschi e bagliori sui toni del rosa e del viola. Gli ospiti si sono sentiti catapultati in una favola, tanto che sui social tutti hanno condiviso le foto del luogo magico.
Alle pareti campeggiavano le gigantografie degli sposi, mentre la torta a 9 piani era alta circa due metri. E per intrattenere gli invitati, Sargis e Salome hanno voluto i Maroon5, la band di Adam Levine.

Vladimir Luxuria spegne 50 candeline. Festa grande in attesa di Miss Italia 2015

Grande festa oggi in casa di Vladimir Luxuria. La trans più famosa d’Italia spegne cinquanta candeline ed è in splendida forma. Scrittrice, personaggio tv, attrice, attivista per i diritti dei gay e dei gender, Vladi è un vero vulcano di idee e proposte, di iniziative e attività. Da sempre impegnata sul versante dei diritti civili, lo fa su tutti i fronti: manifestando e discutendo ai talk-show, scrivendo e sfilando ai Gay Pride.

C_4_foto_1353315_imageVladi all’Isola.  Vincitrice dell’Isola dei Famosi e onorevole nel 2006 dopo essersi candidata nelle liste di Rifondazione comunista, conduttrice di programmi radiofonici e televisivi, si prepara a sbarcare all’evento di Miss Italia in veste di giurata. Ma si fa notare anche per alcune sortite “pericolose”, come quando fu arrestata a Sochi per il suo impegno di attivista in difesa degli omosessuali.

Primo Gay Pride. Originaria di Foggia, è lei a inventare il primo Gay Pride d’Italia, quello di Roma, il 2 luglio 1994, per poi impegnarsi in difesa dei diritti di gay, lesbiche e transgender. All’anagrafe Vladi è maschio (si chiama Wladimiro Guadagno), parla sempre di sè rigorosamente al femminile ma non ha mai fatto operazioni chirurgiche per cambiare sesso: soltanto un intervento per fermare la crescita della barba, oltre a una rinoplastica e a una mastoplastica.

La gara con Belen. Il suo appeal televisivo diventa evidente durante la sua partecipazione all’Isola dei Famosi 6, quando vince il titolo soffiandolo addirittura a Belen Rodriguez, finalista con lei. E con la showgirl argentina, Luxuria si scontra duramente anche in diretta, battendola in volata sul filo di lana.

Attivista “scomoda”. Risale al 2014 il suo arresto a Sochi: in Russia con una troupe delle Iene per intervistare gli atleti che partecipavano alle Olimpiadi invernali sulle leggi omofobe in vigore in Russia, manifesta contro Putin con una bandiera arcobaleno con la scritta “gay è ok” e per questo motivo viene fermata.
Da buon personaggio assolutamente eclettico, non si fa mancare neanche la carriera di scrittrice: il suo ultimo romanzo, il quarto firmato da lei, è “L’Italia migliore”, seguito a “Chi ha paura della Muccassassina”, “Le favole non dette”, “Eldorado”.

Una giurata da Miss. Per il suo mezzo secolo di vita, Luxuria intende portare una ventata di novità anche a Miss Italia 2015. Il suo approdo al concorso potrebbe coincidere infatti anche con l’ammissione in gara delle donne con un passato da uomo. Vladi ipotizza che quest’anno la passerella potrebbe essere aperta anche alle donne “operate”. Ma assicura che “se ci sarà una trans noi non lo diremo. E spero che non scatti la caccia per indovinare chi è”.

Va a raccogliere fiori e incontra un feroce orso: la scambia per una preda. E fa una fine orribile

Natalya Pasternak, 55enne russa, è stata aggredita e sepolta viva da un orso mentre raccoglieva fiori in una foresta. Probabilmente la bestia l’aveva nascosta per mangiarla in un secondo momento. Ora la donna lotta in ospedale tra la vita e la morte.

20150513_97770_orsoCome riporta il Mirror, Natalya, dipendente di un ufficio postale e madre di due figli, stava raccogliendo betulle con un amico nella foresta vicino a Tynda in Russia, quando è stata attaccata dall’orso.
La bestia l’ha aggredita e sepolta viva. Probabilmente la donna rappresentava il suo pasto. L’amico però è riuscito a chiedere aiuto.
Quando sono arrivati i soccorritori hanno sparato all’orso, una femmina di 4 anni. Poi si sono accorti che il braccio della donna spuntava da una buca ricoperta di terra … Continua>>>