Olivia, la escort esperta di findom che si fa pagare 450 dollari all’ora

L’australiana Olivia Coxxx è una escort molto particolare, ma non si vergogna del proprio lavoro. Si fa pagare da uomini facoltosi, ma non per fare sesso nel modo più tradizionale del termine.
La ragazza, bionda e formosa, ha 25 anni ed è quella che nel gergo viene definita ‘dominatrice’ o ‘padrona’.

l_7qfa

Alcuni uomini provano piacere nel sentirsi schiavi di una donna e di essere vittime di gesti sadomaso, ma Olivia è riuscita ad andare oltre e a costruire un ricco business punendo i suoi facoltosi clienti, ma in maniera decisamente bizzarra.
Le tariffe variano a seconda della prestazione: ben 100 dollari per soli venti minuti di chat su Skype, che salgono a 450 per un’ora e 800 per due ore. Lei, però, non offre sesso, ma vere pubbliche umiliazioni, minacce e truffe informatiche. C’è chi la paga per vederla mentre, in webcam, fa shopping online con la sua carta di credito e chi adora essere insultato o deriso sui social, anche davanti a tutti i familiari. Questa pratica, sempre più diffusa, risponde al nome di ‘findom’
Olivia, ad ogni modo, a News.com.au dice di non vergognarsi del proprio lavoro: «Non sono io a cercare i clienti, sono loro che cercano me. Non sono una ladra, ci sono dei termini precisi di contratto per le mie prestazioni ed è tutto alla luce del sole. Non sono neanche l’unica in Australia a fornire questo tipo di prestazioni, che concordo con adulti facoltosi, smettiamola di pensare che il denaro guadagnato tramite il sesso sia meno nobile».