Belen in topless e… non è incinta

Non è incinta. Se qualcuno dopo aver visto il video postato da Belen sullo sketch con Michelle Hunziker in cui un pantalone azzurro a vita alta lasciava intravedere una rotondità sospetta ha pensato a una nuova gravidanza, deponga subito ogni speranza. E’ la stessa Rodriguez nella didascalia di uno scatto mozzafiato in topless a chiarire ogni dubbio: “Non incinta” scrive. Intanto Andrea Iannone resta fermo anche questo giro.

C_2_fotogallery_3005711_24_image

Sensuale e intrigante in una fotografia in cui addosso porta solo i jeans, Belen cattura like e follower. Dopo la vacanza in montagna con Andrea Iannone (che salterà anche il Gp del Giappone per infortunio), la Rodriguez aggiorna i suoi fan con i momenti di tenerezza con Santiago. Si vocifera che Stefano De Martino non abbia preso bene la vicinanza del pilota di motogp alla sua ex e soprattutto al piccolo Santiago, con cui invece Iannone ha sempre più confidenza. Ma belen si lascia le polemiche alle spalle e a suon di scatti intriganti va oltre. “Te amo” cinguetta mostrando le manine del figlio.

Belen, ultimo selfie da Ibiza e spunta un nuovo corteggiatore

Si è sempre dichiarata single e lo ha anche ribadito in un’intervista esclusiva a Tgcom24, ma agli sgoccioli della sua lunga vacanza a Ibiza, Diva e Donna affianca al nome di Belen Rodriguez quello di un altro uomo, Maurice Mobetie, imprenditore di origini latine residente a Zurigo. La showgirl argentina aveva partecipato la primavera scorsa al compleanno di “Momo” in Svizzera, e secondo il settimanale pare che lui non sia volato alle Baleari per caso.

C_2_fotogallery_3004433_11_image

E’ con un sexy selfie in costume che Belen comunica ai suoi fan che la sua permanenza a Ibiza è giunta al termine. E’ stata una vacanza all’insegna del relax e del divertimento e per i giornali di gossip anche un modo per attribuirle presunte storie. Da quella con il calciatore MotoGp Andrea Iannonea quella con il pilota di MotoGp Andrea Iannone. E ora se ne aggiunge un altro. Si tratta di Maurice Mobetie, un aitante imprenditore con la fama di playboy a cui sono stati attribuiti flirt con Rihanna e con Sylvie Meis, modella e showgirl olandese. “Momo” e Belen si erano già incontrati nel locale di lui, il Club Flamingo, in Svizzera, proprio in occasione del compleanno dell’imprenditore. In quella festa la Rodriguez e Claudia Galanti avevano ballato tutta la notte. A distanza di qualche mese Mobetie vola a Ibiza, proprio dove soggiorna la showgirl argentina. Casualità?

MotoGP, Montmelo: Vinales ancora il più veloce

Si ritorna a correre sul circuito del Montmelò dopo la tragica scomparsa di Luis Salom. Nelle libere 3 della MotoGP Maverick Vinales è ancora una volta il più veloce di tutti. Stavolta la lotta non è con le Yamaha, ma con le Honda favorite dal nuovo layout della pista. Marc Marquez è secondo seguito da Dani Pedrosa. Rossi (4°) riesce ad avere la meglio sul compagno di squadra Lorenzo (6°). La migliore Ducati è quella di Scott Redding (7°).

C_2_articolo_3012513_upiImagepp

I piloti, d’intesa con la famiglia di Salom, hanno deciso di continuare a correre il GP di Catalogna. Per motivi di sicurezza il settore del tragico incidente è stato cambiato, scegliendo di usare il layout della Formula1. Un disegno molto più lento, da attraversare quasi interamente in prima. Le Honda, che difettano in motore ma vantano una grande maneggevolezza, fanno un balzo in avanti nella classifica dei tempi. Dietro al solito Vinales, Marquez accusa un ritardo di +0.120 ed è più veloce del compagno di squadra di circa un decimo.
Nell’ultimo giro della sessione Valentino Rossi (+0.344) riesce a scalare la classifica e a posizionarsi ai piedi del podio. Il pesarese ha faticato molto a trovare il bandolo della matassa e il passo gara, per ora, è piuttosto lento. Anche Jorge Lorenzo, battuto da Pol Espargaro, si trova poco a suo agio nell’ultimo tortuoso settore, dove la M1 non riesce ad esprimere il proprio potenziale. Ancora peggio delle Yamaha è andata alle Ducati che non sono mai facili da spostare nei cambi di direzione. Iannone (10° a +0.790) riesce ad entrare per un soffio nella Q2, mentre Dovizioso (12°) è ancora una volta fuori. Grande ottavo tempo di Danilo Petrucci, che accusa solo 16 millesimi di ritardo dal compagno di squadra Scott Redding.

Gp Giappone, pole per Dovizioso su Ducati Valentino Rossi secondo, Marquez quarto

20141011_80613_asdfasdfasdfasdfAndrea Dovizioso in pole position davanti a Valentino Rossi nella classe MotoGp del Gp del Giappone. Il pilota della Ducati è stato il più veloce nelle qualifiche sul tracciato di Motegi con un giro in 1’44″502.
Dovizioso ha preceduto la Yamaha di Valentino Rossi (1’44″557) e la Honda Repsol di Dani Pedrosa (1’44″725), che ha ottenuto il terzo crono nella sessione chiusa con una spettacolare caduta. Lo spagnolo Marc Marquez, campione del mondo e leader iridato, con l’altra Honda Repsol aprirà la seconda fila dopo fatto segnare il quarto tempo (1’44″775).
Il capoclassifica, che in Giappone può confermarsi campione con 3 gare d’anticipo rispetto alla fine della stagione, sarà affiancato dalla Yamaha del connazionale Jorge Lorenzo (1’44″784) e dalla Pramac di Andrea Iannone (1’44″854).
«Qui è difficile fare un giro impeccabile e infatti ho commesso un errore. Il risultato di oggi è il frutto di un lavoro cominciato all’inizio della stagione. Probabilmente, questo è il primo weekend in cui possiamo partire pensando davvero al podio. In passato abbiamo dovuto sperare di essere competitivi, stavolta sappiamo che ce la possiamo giocare», spiega Dovizioso, che ha riportato una Ducati al top della griglia a 4 anni di distanza dalla pole conquistata da Casey Stoner a Valencia nel 2010. «Sappiamo altrettanto bene che qui a Motegi la gara può essere sempre strana: siamo consapevoli che all’inizio, con le gomme nuove, siamo in grado di tenere il passo degli altri. Poi, dopo qualche giro, vedremo cosa riusciremo a fare».
«Sono soddisfatto, anche se non ho centrato l’obiettivo della prima fila. Sono pronto a lottare per la vittoria». Marc Marquez vede il bicchiere mezzo pieno dopo il quarto posto ottenuto nelle qualifiche del Gp del Giappone. Il pilota della Honda Repsol può confermarsi campione del mondo MotoGp con 3 gare d’anticipo rispetto alla fine del campionato. Per riuscirci, dovrà chiudere davanti al suo compagno di team, Dani Pedrosa, che parte dalla terza posizione. E dovrà tenere d’occhio anche Valentino Rossi, secondo in griglia con la Yamaha alle spalle della Ducati di Andrea Dovizioso. «Sono soddisfatto perché siamo migliorati in vista della gara, abbiamo un buon passo», dice il leader iridato. «Purtroppo non sono riuscito a mettere insieme un giro perfetto nelle qualifiche, ma sono ottimista e sono pronto a lottare per la vittoria. Il mio ritmo è simile a quello di Rossi, Pedrosa e Lorenzo. E questo è importante», dice senza trascurare le chance di Dovizioso: «Con le gomme da gara può tenere un buon passo».