GF14, il passato “famoso” di Giovanni e Igor Cambio di opinionisti in caso di brutti ascolti

Ormai con il passare delle edizioni abbiamo capito che i concorrenti del Grande Fratello non sono proprio nuovi nel mondo della tv. A darci qualche particolare sul passato di due due reclusi arriva la rubrica “Milanospia” di Dagospia: “
“Il concorrente  Giovanni Angiolini – si legge sul sito – il virile ortopedico sardo che ha procurato una vivace erezione al ciuffo blu di

33637352

”Puffetta” Malgioglio, pare sia molto amico non solo di numerose starlette televisive ma anche di Giacomo Urtis, il chirurgo estetico amato dalle “Olgettine” e da Fabrizio Corona…
Il concorrente ucraino Igor, la cui storia di bambino abbandonato e poi adottato ha tanto commosso il pubblico del Gf, in realtà è un aspirante “morto di fama” coi fiocchi. Infatti, oltre ad aver partecipato al programma “Uomini e Donne”, era solito fare serate nelle discoteche del palermitano accompagnato da un prestante ballerino caraibico di nome Andrè Cruz”.
Un cambiamento, a quanto pare, anche per gli opinionisti: “Pare che gli autori del Grande Fratello abbiano in mente di far affiancare Malgioglio da una opinionista donna assai vivace. Tutto dipenderà dagli ascolti della prossima puntata. Chi sarà mai? Ah saperlo…”.

Francesco Sarcina papà ad agosto: “Ecco tutti i miei timori per Nina”

“Non vedo l’ora di abbracciarla. Per il momento lavoro tantissimo per non pensare. Le attese mi emozionano”. Dopo il matrimonio, a breve Francesco Sarcina diventerà papà della piccola Nina e confessa a “Vanity Fair” i suoi timori: “Ad agosto – ha fatto sapere – però mi fermo, sono sempre stato un treno. Ora è arrivato il momento della maturità e della serietà.

1429694779_sarcina_incorvaia_pancione_Mi dedico alla famiglia e all’amore. Sarà un’estate magnifica e spero che lo sia per molti”.
I timori sono molti: “L’aridità dell’umanità. Questo mondo è sempre più arido. Alcuni mi chiedono: “Perché concepisci un figlio in questo mondo di m… È vero! Ma il mondo ha bisogno di nuova linfa, di nuove generazioni, di guerrieri che, se educati bene, aggiusteranno ciò che è stato fatto malamente dai nostri padri e da noi stessi che ci siamo seduti sugli allori. Do un consiglio: sfornate figli per creare un’armata vincente affinché il mondo sia migliore”.
Un consiglio anche se la figlia, Nina, volesse fare la cantante: “Non glielo consiglierei. O meglio: per il gusto di godere della musica, ovvero dell’arte che si avvicina al divino, sì, ma non per farne un mestiere. Non so che cosa succederà, viviamo in un mondo obsoleto e difficile, non esiste più la gavetta, si passa dalle stalle alle stelle in un secondo”.

Federica Pellegrini, che segno del costume

Una schiena tatuata e un segno del costume irresistibile. Federica Pellegrini si rilassa a bordo piscina in vista dei Mondiali di Kazan (24 luglio-9 agosto) e mostra il suo fisico scultoreo. Proprio la schiena durante l’inverno le aveva creato qualche problema a causa di due ernie e dolori che l’avevano condizionata in vasca.

C_4_foto_1356157_imageOra pare andare tutto a gonfie vele, tintarella compresa.
Intanto Fede pensa al futuro dentro e fuori dalla piscina. “Rio 2016 potrebbe essere il momento giusto per concludere la carriera – aveva detto la Pellegrini alla Gazzetta dello Sport – Sono soddisfatta di quello che ho fatto e sta per arrivare l’ora di iniziare una vita diversa. Sarà una vita meno da sportivi. Non mi precludo niente, nemmeno un futuro da allenatrice: il mio mondo per ora è il nuoto, poi vedremo”.

Romina Power: “Ho riscoperto l’amore della gente, con Al Bano ci completiamo”

Bella, sorridente, solare. Romina Power ha fatto finalmente pace con il passato. Da sempre contraria alla chirurgia estetica, l’artista coltiva “lo spirito” e il risultato è sotto gli occhi di tutti. Sul palco è tornata a fare coppia con Al Bano registrando successi e sold out in tutto il mondo, è appena uscito per Mondadori il libro “Ti prendo per mano” e a Tgcom24 racconta: “Pensavo che si fossero dimenticati di me, ho riscoperto l’amore della gente”.

Sanremo  10/02/2015  65° Festival della canzone italiana diLa protagonista del tuo libro rinuncia a un sogno, a te è successo?
Ci sono dei momenti della vita in cui sei messo davanti a una scelta, c’è chi sceglie la carriera e chi un’altra strada..  Mi è successo e me ne sono pentita (ride, ndr). Ho rinunciato a un film di Sergio Leone, il momento non era giusto, non me la sentivo. Oggi direi subito di sì. Nel mio libro invece la protagonista Daria sceglie di assistere la mamma che ha un tumore e rifiuta le cure. Così riscopre un rapporto bellissimo.

Parli di tua mamma quindi… Mi sono ispirata a lei, c’è questa donna bellissima che si confronta con il tempo che passa. La mia è una dichiarazione d’amore. Anche mia mamma era bellissima, ricordo ancora che quando veniva a Cellino San Marco a trovarci e Don Carmelo (il papà di Al Bano, ndr) la portava alle fiere del paese, lei usciva in abito da sera, con la parrucca e le ciglia finte… Era molto divertente.

Che mamma sei?  Sono una di quelle mamme che vorrebbe avere i figli sempre con se, non ero felice neanche che andassero a scuola, volevo che avessero la mia impronta, tanto che spesso li portavamo con noi per lunghi periodi. Ho voluto io avere tanti figli, Al Bano non ne voleva sapere più dopo i primi due. Ancora adesso, anche se siamo lontani, siamo molto ma molto legati…

L’impressione è che finalmente hai fatto pace con il passato, è così? La devi trovare per forza la pace, io ci sono riuscita tramite il buddismo. Mi ha aiutato a sdradicare la rabbia… Ho ritrovato la mia ironia, sono stata bloccata e timida per tantissimi anni, mi emozionavo talmente tanto che non riuscivo ad esprimermi come avrei voluto.

I tuoi fan sono persone adulte, ma anche giovanissimi, perché Romina ancora piace? Io mi meraviglio sempre, all’Arena di Verona pensavo sarebbe stato vuoto. Giuro. Due giorni di prove, la pioggia, la scaletta che cambiava in continuazione… Temevo per quella serata. Invece è andata bene ancora una volta… Un miracolo.

Tornando ad Al Bano, la coppia continua a funzionare, come te lo spieghi? Forse perché le nostre voci insieme creano una armonia che poi piace, ci completiamo, non so dare un’altra risposta. Penso che la gente si è affezionata a noi, una canzone ti riporta indietro nel tempo, a una estate, una persona. La musica ha un potere forte perché entra nel subconscio…

Continuerete a cantare insieme? Arrivano offerte da tutto il mondo, spero di riuscire a fare una tournée italiana… Di avvicinarmi a quel pubblico che ha ancora voglia di vederci… Sono cambiate tante cose. Al Bano adesso mi ascolta di più, anche se fa sempre di testa sua…

E un ritorno di fiamma con Al Bano? Non vedo questo grande corteggiamento (scherza, ndr).

Un nuovo compagno, invece? Non sarebbe male…

Sveva Alviti: “Dopo Cam Girl mi calo nei panni di una donna vittima di violenza”

Sfoggia un nuovo look fresco e sbarazzino che un po’ le serve come scudo, per nascondere la malinconia innata e la grande curiosità di continuare a indagare su stessa. Sveva Alviti è una delle giovani promesse del cinema italiano. L’anno scorso la 28enne si è calata nei panni di una Cam Girl e ora la nuova testimonial di Cotril anticipa a Tgcom24 che nel prossimo film sarà una donna vittima di violenza:

C_4_boxPeople_6871_upiFotoLibera“Mi piacciono i ruoli difficili”, confessa.
Sveva a cosa stai lavorando? Scelgo sempre personaggi molto forti. Dopo il film ‘Cam Girl’ e la storia di ragazze che si prostituivano on line adesso affronto il tema della violenza sulle donne. Mi sto preparando entrando nelle vite delle vittime in modo molto delicato. Indago sulla ricerca della loro nuova identità.
Da modella ad attrice, come è stato il passaggio? Mi mancava qualcosa, fare la modella mi appagava dal punto di vista estetico, giravo il mondo, guadagnavo tanti soldi, ma mi mancava sempre qualcosa. Avevo bisogno di conoscermi e ora attaverso la recitazione ci sto riuscendo. Devo ancora dimostrare tanto, sto studiando contiuamente, però solo così riesco ad esprimere la mia sensibilità.
Il tuo modello al cinema? Mi piace Charlotte Gainsbourg, ha fatto un percorso ben mirato, è difficilissimo, ma ci provo anch’io.  Mi paicerebbe lavorare con i fratelli Darden, amo il cinema complicato, francese.
La bellezza ti ha aiutato? Intanto ancora non sono arrivata, devo fare tanta strada. Essere belli a volte non aiuta perché poi devi dimostrare di più.
Come seduci? Anche con i capelli, so che muovendomi davanti allo specchio … Continua>>>

Beautiful festeggia 7mila puntate in modo speciale: ecco i numeri della soap più amata

Beautiful festeggia le 7mila puntate. La soap opera più vista al mondo, in onda su Canale 5 dal lunedì al venerdì, ha celebrato questo importante traguardo con un episodio molto speciale.

LGG_20081113_1397_beautiful5-cast_completo...Sospesa la trama per un giorno, in questo episodio in forma di documentario, vengono mostrate le scene “cult”, la storia della creazione della serie, interviste inedite al cast, le guest star più famose, spezzoni e provini inediti e molto altro ancora. Si ripercorrono momenti più importanti che hanno reso la serie una vera icona nel mondo, con più di 35 milioni di telespettatori in oltre 100 paesi. In queste 7000 puntate (2.450 ore di messa in onda) i fan hanno potuto assistere a 84 matrimoni, 10 trasferte nel mondo, compresa l’Italia che ha ospitato la serie ben 4 volte, 15 nascite, 18 morti e 3 “resurrezioni”.
Da ben 28 anni Beautiful, ‘Bold and Beautiful’ nella titolazione originale, tiene … Continua>>>