Milan, è italiano il primo colpo a sorpresa: dal Pescara in arrivo Lapadula

Primo colpo dell’ItalMilan di Silvio Berlusconi. Un colpo a sorpresa, da 10 milioni voluto fortemente dal presidente che ha preferito Gianluca Lapadula a Leonardo Pavoletti. Almeno per il momento. Un blitz di Adriano Galliani con il presidente del Pescara Daniele Sebastiani tornato a Casa Milan nel tardo pomeriggio di ieri per completare il sorpasso sul Napoli e sul Genoa.

lapadula-pescara

Il bomber dell’ultima serie B stamattina dalle 8,30 le visite mediche poi la firma sul contratto di 4 anni a un milione più bonus. Lapadula così la prossima stagione la giocherà con la maglia rossonera. Una scommessa con chi ha trascinato il Pescara in A (30 reti e 12 assist vincenti), con chi arriva a giocare nella massima serie per la prima volta.
Il risveglio potrebbe non limitarsi all’attaccante di origine peruviana. In Italia l’unica società pronta a fare un investimento su Franco Vazquez è il Milan. Adriano Galliani ha già incontrato Zamparini, ha già l’accordo con il giocatore. Ma non basta ancora. Ci vuole il nuovo via libera presidenziale. Ma 25 milioni sono troppi e non sarebbe questa la cifra che i rossoneri sarebbero pronti a investire sul trequartista italo-argentino. Il club di via Aldo Rossi sarebbe pronto a presentare un’offerta diversa pur di accontentare Zamparini offrendo 18 milioni (sette in meno di quelli richiesti ufficialmente) più i cartellini di due giocatori, due giovani: si parla soprattutto di Rodrigo Ely e José Mauri, a cui potrebbe aggiungersi un aiuto economico nel pagamento dello stipendio a Michael Agazzi, estremo difensore che potrebbe fare da chioccia alla promessa Posavec. Zamparini ci pensa seriamente.
«Franco Vazquez ha estimatori in Premier, in Italia il Milan ha fatto un sondaggio ma l’accordo tra Berlusconi e i cinesi rallenta il tutto. Il Mudo vale di più di 25 milioni, ma per ora se chiedessi di più, non lo venderei proprio. Sto andando incontro a chi vuole comprarlo», al Milan insomma.

Berlusconi: “Sarà un Milan come il Leicester. Soffrirei di più se perdessimo le elezioni…”

Un Milan tutto italiano, con i giovani del vivaio, e in stile Leicester: è l’auspicio del presidente onorario rossonero, Silvio Berlusconi, che parlando a Radio Radio ha parlato della trattativa con i cinesi: se dovesse saltare, le prospettive non saranno di rilancio e di grandi investimenti per il Diavolo. Parole che non piaceranno più di tanto ai tifosi. «Se queste negoziazioni non vanno nelle direzioni che auspichiamo ripartiamo da capo con il

IM_Berlusconi-770x470

Milan ed il progetto che io ho appalesato è quello di un Milan che chiede ai suoi tifosi di avere pazienza ripartendo dai giovani del vivaio con una squadra compatta e con grande fame di vittoria. Credo si possa ripetere quello che è accaduto in Inghilterra con il Leicester». Quanto agli ultimi anni pieni di delusioni, il Cav è tranchant: «I tifosi non hanno memoria e si sono dimenticati dei pranzi a caviale e champagne, ma li capisco perche l’amore per il Milan ti porta all’attuale irriconoscenza per chi è stato alla base di quei successi».

“RESTO PRESIDENTE PER 2-3 ANNI. BROCCHI? DIPENDE”. «Me lo hanno offerto dicendo che io sono un brand importante e molto conosciuto, resterei presidente per 2-3 anni», aggiunge parlando dell’offerta dei cinesi di restare ancora presidente della squadra. E sull’allenatore: «Non posso dare una risposta perché dove ci sia un passaggio di proprietà saranno loro a decidere al riguardo. Ho sentito nomi molto ambiziosi, io ho molta stima di Brocchi che è persona seria e capace e se dovessimo procedere con la seconda ipotesi e cioè un Milan di giovani sarebbe Brocchi quello prescelto».

“AMO IL MILAN, MA MI PREOCCUPANO DI PIU’ LE ELEZIONI”. «Il Milan per me è un grandissimo amore e nel caso dovessi separarmi ci soffrirei molto, ma la situazione delle città è grave e avrei una forte sofferenza se dopo che abbiamo fatto questa scelta di andare sui campioni del fare i cittadini non ci premiassero», risponde il Cav a chi gli chiede se dovesse provare più dispiacere per la vendita della sua squadra o per la sconfitta alle amministrative.

MALDINI E VAN BASTEN. «Abbiamo avuto un periodo meraviglioso, abbiamo goduto di tante vittorie e con 28 trofei internazionali conquistati, io credo che dobbiamo mantere questa abitudine, trovare soluzioni che facciano del Milan un protagonista in Italia, in Europa e nel mondo». «Maldini e Van Basten sono quelli a cui sono più affezionato. Per quanto riguarda i giocatori che non ho preso, non ce ne sono, perché tutti i giocatori che volevamo li abbiamo presi», risponde a chi gli chiede chi siano i giocatori a cui è più affezionato e se ha qualche rimpianto su qualcuno che non è riuscito a portare al Milan.

“TROPPI PROCESSI, SONO STATO ASSENTE”. «Io non credo che la colpa sia solo degli allenatori, ma negli ultimi 4 anni ho perso molta serenità, sono stato attaccato in modo duro e ho subito ben 73 processi. Certamente negli ultimi tempi non sono potuto stare vicino al Milan», afferma Berlusconi. «Il Milan di questo campionato – prosegue – mi ha fatto soffrire ma basta vedere come abbiamo giocato la finale di coppa Italia con la Juve per capire che abbiamo una rosa capace di fare molto di più di quello che ha fatto nel corso del campionato. Da parte mia c’è stata la mancanza di poter stare in mezzo alla squadra. Il fatto che sono stato espulso dalla politica con una sentenza impossibile ha inciso su di me sul mio tempo e sulla mia capacità di positività nei confronti degli altri».

Juventus, per Caceres è sfida tra Roma e Milan

Milan e Roma sono pronte a sfidarsi per convincere Caceres, in scadenza il 30 giugno dalla Juventus.

martin-caceres-juventus_rwk78ahx22j31phvqhj15xqf1

Il difensore arriverebbe a parametro zero e già a gennaio le due società avevano provato a bloccarlo per questa sessione estiva di mercato, che prenderà il via il primo luglio. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbe pronto un triennale: 2 milioni all’anno i rossoneri; 3.5 milioni i giallorossi. Più defilato il Napoli.
Con la maglia bianconera Caceres ha totalizzato 110 presenze con 7 gol in quattro stagioni e mezza.

Frecciatina hot di Nina Moric: “Se Montolivo ed Hernanes facessero sesso come giocano…”

Frecciatina hot quella di Nina Moric a Montolivo ed Hernanes sul suo profilo Facebook. “Se Montolivo ed Hernanes facessero sesso alla stessa velocità con cui giocano a calcio sarebbero due amanti perfetti”.

1749416_moric-montolivo

E’ quanto ha scritto su la modella in un post dedicato ai due giocatori di Milan e Juventus, impegnati sabato sera nella finale di Tim Cup.
Archiviata la Coppa, la showgirl ha ironizzato sulla coppia (di giocatori). Anche se non tutti hanno apprezzato la battuta – tra gli utenti qualcuno ha invitato la modella a farsi gli ‘affari’ propri – altri invece sono stati al gioco: “Da milanista… fantastica!”.
E c’è anche chi ha provato a stuzzicarla: “Se vuoi saperlo… son più lento di Montolivo ed Hernanes”.

Valentina Allegri oggi è una vip bianconera, ma ieri tifava Milan per il suo papà

Tante foto con la maglia bianconera, quel ’34’ mimato a indicare il numero di scudetti vinti secondo la Juventus e l’inno cantato su Instagram per festeggiare il secondo titolo consecutivo del papà hanno portato Valentina Allegri nel cuore dei tifosi. Tanti tifosi della Juventus ora sono fan anche di questa solare 21enne, il cui profilo Instagram è sempre più seguito.

1696761_valeallegrijuve

Ci sono però alcuni tifosi del Milan, memori di quando la ragazza festeggiava le vittorie di papà Max in rossonero, estremamente delusi da Valentina. Anche a quei tempi, in cui era ancora un’adolescente, miss Allegri posava con la maglia del club allenato dal papà.
Quegli scatti, pubblicati sui social e poi cancellati col passaggio del tecnico livornese alla Juventus, non sono stati dimenticati. Ma da qui a criticare e insultare ce ne passa: al cuore (di papà) non si comanda, e se si è figlie di un vero vincente…

Melissa Satta, shopping con l’amica del cuore: l’ex velina e l’ex gieffina Simona Salvemini

Un giro di shopping insieme alla sua storica amica per Melissa Satta.
L’ex velina, ora sul piccolo schermo con “Tiki Taka” è stata fotografata mentre fa compere in centro a Milano insieme all’amica del cuore,

1433973_20151217_113332_01-00303719000012h

Simona Salvemini, gieffina della sesta edizione allora fidanzata col coinquilino Filippo Bisceglie (ora in coppia con Pamela Camassa). Per Melissa è sempre più vicino il ritorno in Italia, con il compagno Kevin Boateng a un passo dal rivestire la maglia del Milan.