Olivia, la escort esperta di findom che si fa pagare 450 dollari all’ora

L’australiana Olivia Coxxx è una escort molto particolare, ma non si vergogna del proprio lavoro. Si fa pagare da uomini facoltosi, ma non per fare sesso nel modo più tradizionale del termine.
La ragazza, bionda e formosa, ha 25 anni ed è quella che nel gergo viene definita ‘dominatrice’ o ‘padrona’.

l_7qfa

Alcuni uomini provano piacere nel sentirsi schiavi di una donna e di essere vittime di gesti sadomaso, ma Olivia è riuscita ad andare oltre e a costruire un ricco business punendo i suoi facoltosi clienti, ma in maniera decisamente bizzarra.
Le tariffe variano a seconda della prestazione: ben 100 dollari per soli venti minuti di chat su Skype, che salgono a 450 per un’ora e 800 per due ore. Lei, però, non offre sesso, ma vere pubbliche umiliazioni, minacce e truffe informatiche. C’è chi la paga per vederla mentre, in webcam, fa shopping online con la sua carta di credito e chi adora essere insultato o deriso sui social, anche davanti a tutti i familiari. Questa pratica, sempre più diffusa, risponde al nome di ‘findom’
Olivia, ad ogni modo, a News.com.au dice di non vergognarsi del proprio lavoro: «Non sono io a cercare i clienti, sono loro che cercano me. Non sono una ladra, ci sono dei termini precisi di contratto per le mie prestazioni ed è tutto alla luce del sole. Non sono neanche l’unica in Australia a fornire questo tipo di prestazioni, che concordo con adulti facoltosi, smettiamola di pensare che il denaro guadagnato tramite il sesso sia meno nobile».

Cristina Chiabotto, sotto l’asciugamano niente: il selfie hot dopo la doccia

L’ex Miss Italia Cristina Chiabotto ha deciso di fare un bel regalo a tutti i suoi followers e su Instagram ha postato una foto sexy.

C_2_fotogallery_3006054_8_image

La Chiabotto si rilassa dopo una lunga giornata di lavoro e si concede una doccia rilassante: subito dopo, avvolta soltanto da un morbido asciugamano bianco, si scatta un selfie davanti allo specchio mentre è seduta sul letto di un hotel di Milano.
Mette in evidenza le sue bellissime gambe accavallate, lunghe e toniche e si prepara a trascorrere una serata in solitudine.
“Serata con Me!”, scrive Cristina Chiabotto.

Ilary Blasi e Francesco Totti, al mare con Isabel prima di tornare al lavoro

Francesco Totti nei teneri panni di papà, anche se per la terza volta. Il Capitano della Roma, che ha appena rinnovato il contratto per una altro anno sui campi di gioco, è stata fotografato da

1904483_francesco_totti_ilary_blasi_isabel

“Chi” mentre trascorre qualche giorno di vacanza a Sabaudia assieme alla moglie Ilary Blasi, la figlia Chanel (assente il secondogenito Cristian) e l’ultima arrivata Isabel, nata lo scorso 10 anni, che coccola in spiaggia. A settembre Ilary è attesa con la conduzione del Grande Fratello, dopo diversi anni al timone de “Le Iene”.

Ilaria D’Amico truffata dal commercialista: “Sottratti oltre 1,2 milioni di euro”

Mattinata in tribunale per la giornalista sportiva Ilaria D’Amico, parte civile nell’ambito del processo a carico del suo ex commercialista, Davide Censi, accusato di truffa per aver sottratto oltre di 1,2 milioni di euro destinati al pagamento delle tasse. Abito rosa e occhiali da sole in testa, D’Amico, assistita dal suo avvocato ha risposto per circa un’ora alle domande delle parti, davanti al giudice della nona sezione penale del tribunale di Piazzale Clodio.

4302.0.1127502375-kvhf-u43200934156219vd-1224x916corriere-web-roma_656x492

«Ci ha accoltellato alle spalle con il suo comportamento», ha spiegato la giornalista televisiva, riferendosi al ragioniere che per anni ha curato la sua contabilità, finendo per metterla nei guai con il fisco. «È stato un incubo, faceva il suo lavoro in modo sciatto come fosse un macellaio», ha detto D’Amico parlando del trattamento ricevuto dal suo ex commercialista. «Censi era più di un commercialista per me e la mia famiglia – ha proseguito – era una specie di tata che seguiva la mia contabilità da oltre 15 anni e verso di lui riponevo fiducia totale». La stessa conduttrice ha poi sottolineato come non avesse avuto modo di sospettare di qualcosa fin quando, nel giugno del 2013, i finanzieri hanno bussato alla sua porta. «Sono stata contenta dei controlli della finanza -ha spiegato- perché mi hanno fatto capire cosa stava succedendo».
Secondo D’Amico, inoltre, sua mamma, che le fa da procuratrice, in virtù del rapporto di fiducia con Censi avrebbe firmato «anche fogli in bianco». «Potrebbe aver firmato qualsiasi cosa», ha detto riferendosi alla madre, raccontando che in realtà il denaro veniva sottratto senza essere utilizzato per pagare il fisco. In particolare, ha riferito D’Amico, «Il denaro mio e della mia famiglia -ha aggiunto D’Amico- veniva preso dal mio commercialista attraverso consulenze delle quali non ero a conoscenza». In generale sul comportamento del professionista al quale aveva affidato la sua contabilità, «non so se Censi fosse in cattiva fede ma non credo. Una persona che si comporta così avrebbe avuto tutto l’interesse a tenere lontana la finanza. Ora sto pagando cifre mostruose per errori stupidi di amministrazione contabile». D’amico, proprio per problemi legati al pagamento delle tasse tra il 2009 e il 2011, era stata indagata dalla procura capitolina per una presunta evasione fiscale. «Ho avuto un gravissimo danno di immagine. Sono finita sui giornali come una persona che evade le tasse. Avere quegli articoli su tutti i giornali è stato un danno enorme».

Enrico Vanzina litiga con Christian De Sica ma l’attore lo gela: ecco cosa ha detto…

Proprio ieri vi avevamo riportato la notizia della rottura dell’amicizia tra Enrico Vanzina e Christian De Sica: ad annunciarla, tramite una lettera pubblicata su Il Messaggero, era stato proprio il regista.
Il motivi erano rimasti nascosti ma, subito dopo la diffusione della notizia, è stato lo stesso

vanzinadesica.jpg_997313609

De Sica a voler commentare l’episodio, non rivelando però i motivi che hanno spinto Enrico Vanzina a pronunciare delle parole così dirette e dure nei confronti dell’attore.
“Il motivo è una vera cretinata – ha spiegato Christian De Sica a Il Giornale – Una cosa per nulla importante. Io sono molto amico del fratello Carlo. Enrico l’ho frequentato solo per motivi di lavoro”.
Ora non ci resta che aspettare una contro-replica da parte di Enrico Vanzina o, perchè no, del fratello Carlo per cercare di capire meglio i motivi del litigio.

Nina Moric contro Paola Ferrari: “Piuttosto che vedere cellulite e pelle a buccia d’arancia lavoro gratis”

Ultimamente Nina Moric non si fa pregare e dalla sua pagina Facebook regala post abbastanza pepati. Ha iniziato tempo fa con Belen Rodriguez e ora ha scelto un nuovo bersaglio, Paola Ferrari.

nina-moric-contro-paola-ferrari-cellulite-e-buccia-d-arancia-in-diretta-tv__350__230__000622665

Durante la puntata di “Il Grande Match” su Rai1, Nina ha tuonato dal suo account, postando un’immagine della conduttrice: “Comunque io in Rai mai potrei lavorare perché Equitalia mi porterebbe via i Soldi ( grazie al mio matrimonio in comunione dei beni ) .. Tuttavia piuttosto che vedere questa cellulite e questa pelle a buccia d’arancia ci vado anche gratis”.