Radio Italia Live, Laura Pausini sfida la pioggia e conquista Piazza Duomo

Non si è risparmiata Laura Pausini e ha chiuso cantando sotto la pioggia il primo dei due concerti gratuiti in piazza Duomo a Milano della quinta edizione di Radio Italia Live. Che presto andranno in onda su Italia 1 con i padroni di casa Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Sul palco Noemi, Alessandra Amoroso, Annalisa, Fedez, J-Ax, Lorenzo Fragola, Francesca Michielin, Benji & Fede ed Enrico Ruggeri. E stasera si replica.

C_2_fotogallery_3002325_39_image

Ad aprire le danze con l’accompagnamento dell’Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Bruno Santori è stato Fedez, che ha esordito con due hit: ‘Cigno Nero’ e ‘Magnifico’, prima di essere raggiunto sul palco dal secondo artista in scaletta, J-Ax: i due rapper milanesi hanno eseguito uno dei singoli del momento: ‘Vorrei ma non posto’.
Di tormentone in tormentone l’ex Articolo 31 ha preso il centro della scena con ‘Intro’ e ‘Maria Salvador’ con Il Cile. Terza artista in scaletta Annalisa, arrivata con il singolo dell’ultimo album ‘Se avessi un cuore’, ‘Senza riserva’ e ‘Una finestra tra le stelle’. Subito dopo ovazione per Benji & Fede, che si sono esibiti con ‘New York’ per Radio Italia 3.0 come artisti emergenti. E’ il momento di Noemi, che fa cantare la piazza con brani come ‘Sono solo parole’ e ‘Vuoto a perdere’.
Salto di qualità per Lorenzo Fragola che si è presentato tra i big con ‘Infinite volte’. Alessandra Amoroso ha fatto cantare la platea con ‘Stupendo fino a qui’, ‘Comunque andare’ e ‘Vivere a colori’. E ancora Francesca Michielin che ha presentato ‘L’amore esiste’, ‘Il mio canto libero’ di Lucio Battisti e la canzone in gara a Sanremo e all’Eurovision ‘Nessun grado di separazione’, e si è esibita anche come strumentista alle tastiere e al timpano. La pioggia è tornata a battere con insistenza mentre sul palco è salito Enrico Ruggeri, che ha eseguito il brano sanremese ‘Il primo amore non si scorda mai’ e due classici come ‘Peter Pan’ e ‘Contessa’, cantata con i presentatori Luca e Paolo.
La chiusura sotto l’acqua scrosciante è tutta di Laura Pausini: prima ‘Simili’, quindi un medley di celebri ballate come ‘Strani amori’ e finalmente ‘Innamorata’, sotto la pioggia con la cantante bagnata davanti ai fan in delirio. Stasera toccherà a Biagio Antonacci, Malika Ayane, Elisa, Emma, Marco Mengoni, Negramaro, Francesco Renga, Zero Assoluto e Alessio Bernabei.

Laura Pausini si prende San Siro nel nome delle donne: “Un concerto contro la violenza”

E’ partito dallo stadio San Siro di Milano il #pausinistadi, il tour di Laura Pausini, il primo di un’artista femminile negli stadi. “Non vorrei essere presuntuosa, ma qui a San Siro l’ospite vorrei essere io e canterò con tutta la passione” ha detto prima del concerto. Una volta sul palco la cantante ha rivolto un pensiero ai recenti fatti di cronaca: “Questo concerto è contro la violenza sulle donne”.

C_2_fotogallery_3002189_1_image

“Prepararmi per gli stadi è stata una missione prima di tutto vocalmente. Lo stadio per assurdo mi fa usare un volume ancora maggiore e per questo ogni giorno faccio silenzio vocale assoluto fino alle 20 e poi inizio il riscaldamento vocale e sono pronta per la serata”, ha dichiarato Laura Pausini. Decine di pullman, flussi massicci e costanti in arrivo dalla metropolitana, lunghe ma ordinate code agli ingressi e gli immancabili fan accampati fuori dallo stadio hanno segnato le ore immediatamente precedenti al concerto, prima spedizione di un doppio appuntamento da 100mila presenze, secondo i dati degli organizzatori. La star ha rivelato: “Sono passati 9 anni dal mio primo San Siro, fino a una settimana fa me la tiravo, dicevo : ma si dai, l’ho già fatto, so come si fa. da ieri me la faccio sotto. mi fa più paura oggi di allora. Questo stadio che poi è il tempio della mia squadra del cuore oltre a un vanto della città che amo da sempre, Milano”.
“La scaletta comprende 45 canzoni. Sono tantissime anzi alcune che volevo fare le ho tenute fuori perché lo spettacolo dura già 2 ore e mezza e poi a San Siro da una certa ora in poi in poi non si può più suonare. Il palco l’ho disegnato io, lo volevo imponente ma semplice. C’è tutta la passione di un lavoro serissimo che ho preparato con la mia squadra. Nello show c’è tutto l’amore che posso e che voglio portare in giro con trasporto e con tanto sentimento”. Una serata attesa che ha richiamato fan da tutta Italia, a dispetto delle prossime tappe allo Stadio Olimpico di Roma (11 giugno) e all’Arena della Vittoria di Bari (18 giugno) dove la Pausini sarà raggiunta sul palco rispettivamente da Biagio Antonacci e Giuliano Sangiorgi.

Laura Pausini confessa: “Il mio uomo ideale deve avere la faccia da buono e essere un maiale a letto”

L’uomo ideale per Laura Pausini è come il suo fidanzato: “Stamattina s’è svegliato, l’ho guardato e mi sono detta: wow, ho davvero paura che qualcuno me lo guardi”, così ha confessato a “Grazia” la cantante.

1031379

“In genere – dice Pausini – mi piacciono mori, coi capelli non cortissimi, e la faccia non perfetta. Tra i famosi mi piace Mark Ruffalo. Per me gli uomini devono avere la faccia da buoni, però devono essere dei gran maiali. È la verità: purtroppo se sono nata in Romagna non è colpa mia! L’uomo mi piace col pelo, se si depila non posso accettarlo. E non sono mai stata con un uomo molto magro, non riuscirei a stare nel letto”.
Durante la gravidanza è ingrassata 30 chili ma, racconta a ‘Grazia’, “a Paolo piacevo lo stesso. Lui è l’unico uomo con cui sono stata, che passando da 59 a 80 chili, non mi ha mai detto neanche una volta ‘dovresti dimagrire‘. E quindi è un uomo da sposare”.
E a tal proposito aggiunge: “Me l’ha chiesto tre anni fa, e dopo poche settimane ho scoperto di essere incinta. Così ci siamo detti: ‘aspettiamo che Paola sia un po’ più grande, per far sì che se lo ricordi non solo dalle fotografie’. Siamo insieme da 11 anni, e aspettare ancora un po’ non cambia niente”.

Laura Pausini e il mistero dell’abito rosso

C’era grande attesa all’Ariston per il ritorno, dopo vent’anni, di Laura Pausini. La sua performance ha commosso ed emozionato, riportando tanti di noi indietro nel tempo sulle note de La solitudine e Strani amori.
Se in una prima serata composta e pacata, sul palco del Festival di Sanremo non hanno trovato spazio le polemiche, ad eccezione dei nastri arcobaleno sbandierati da molti big in gara a favore delle unioni civili, sui social è andata in scena un battibecco… rosso fuoco.

Sanremo-2016-prima-serata-Laura-Pausini-abito-Stefano-De-Lellis-2

A poche ore dall’inizio della serata Il Fatto Quotidiano ha pubblicato su Instagram uno scatto rubato delle prove con una Laura Pausini splendida in un lungo abito rosso. Il vestito dalla gonna morbida, è stretto in vita e scollato sul décolleté.
“Ecco l’abito di Laura Pausini”, si legge sul social del quotidiano. Mistero sulla risposta della cantante, che ha poi rimosso il suo commento – “Come al solito i più educati, grazie” – poco dopo averlo pubblicato.
Era solo per le prove questo outfit o era quello pensato per la serata? Probabilmente non lo sapremo mai. Quel che è certo è che Laura Pausini si è presentata con una creazione Stefano De Lellis, composta da un abito bicolore nero e rosa con cintura gioiello, abbinato a un giacchino tempestato di grossi fiori.
Un look troppo carico e decisamente ingombrate, soprattutto se paragonato a quel sensuale red dress.
Laura lasciatelo dire, anche se hanno spoilerato il tuo look, quel vestito rosso ti stava tanto meglio.

Laura Pausini, un berretto al giorno…

E’ un gennaio colmo di appuntamenti italiani per Laura Pausini. La star della musica, in attesa di partecipare alla prima serata di Sanremo, si sta dedicando al Simili Radio Tour per festeggiare il successo del suo nuovo album di inediti, Simili appunto, e per rispondere alle domande dei fan.
Abituata a temperature ben più alte – è stata tanti mesi a Miami per il talent La Banda – Laura Pausini è stata catapultata in un freddo polare al suo rientro in patria.

Laura-Pausini-berretto-Cuffie-Regina

E come affrontare vento e gelo? Tenendo la testa al caldo! Sono divertenti i berretti scelti dalla cantante di Solarolo e tutti firmati Cuffie Regina.
Black and white sfumato con applicazioni per il primo cappellino scelto da Laura Pausini, che manda baci dalla macchina mentre si sposta da una radio all’altra.
Altro giorno altro copricapo. Strass e cabochon oro e argento per la cuffia verde rosmarino con ricamata la parola rock a caratteri cubitali.
“Stanca ma davvero felice!”, scrive Laura su Instagram con la foto di un simpatico berretto con ricamati un paio di occhiali da aviatore. Ben calato a coprire gli occhi, la Pausini maschera così la fatica della giornata.
Tra scritte, grafiche e disegni, quale nuovo cappellino sceglierà Laura Pausini nei prossimi giorni?

Laura Pausini sexy conquista il Messico

C_4_articolo_2066679__ImageGallery__imageGalleryItem_17_imageDebutto in versione supersexy per Laura Pausini a La Vox Mexico, il talent messicano in cui la cantante veste i panni di coach al fianco di Ricky Martin, Yuri e Julion Alvarez. Scollatura mozzafiato e spacco vertiginoso per Laura che sul palco gioca sul vedo-non vedo creato da un elegantissimo outfit nero.
Seno che fa capolino dal vestito raffinato e bollente sul palco, gambe che nude che si intravedono sotto il vestito lungo dallo spacco centrale e profondissimo. Laura Pausini incanta ancora una volta e conquista il Messico. I prossimi mesi saranno fitti di impegni per la cantante di Solarolo tra tv, collaborazioni e un tour internazionale all’inizio del 2015. La Pausini è in formissima e pronta per fare da portabandiera della musica italiana all’estero.
Intanto a chi le chiedeva sui social di una cicogna in volo – giustificata da una gonna a palloncino e una mano sulla pancia – la cantante ha replicato subito di non essere incinta.