Michael Fassbender e Alicia Vikander, luna di miele in Italia

Sono stati avvistati a Verona e a Bologna a mangiar tagliatelle. Dopo il matrimonio blindato, Alicia Vikander e Michael Fassbender sono stati pizzicati in viaggio di nozze in Italia.

alicia-vikander-sposera-michael-fassbender-maxw-654 (1)

Sui social i selfie con i fan tra le strade o in osteria. L’attrice sarà Lara Croft al posto di Angelina Jolie…

La velina bionda di “Striscia” bersaglio di insulti razzisti: “Scendo in piazza per lo ius soli”

“Lo sciopero della fame? Un atto di coraggio, certo. Ma io scenderei in piazza… Per la battaglia dello ius soli servirebbe una bella manifestazione di piazza, e io ci andrei molto volentieri”. Parola di Mikaela Neaze Silva, la velina bionda di “Striscia la notizia” che nelle ultime settimane era stato bersaglio di insulti razzisti sul web.
Mikaela, di madre afghana e padre angolano, vive in Italia dall’età di sei anni. E in un’intervista per La Repubblica, spiega il perché andrebbe alla manifestazione: “Io non vengo considerata italiana, pur vivendo qui dall’età di 6 anni.

3286598_0919_collage_2017_10_07

Ho fatto ben tre cicli di scuola, fino alla maturità, e aspetto ancora di avere la cittadinanza. Ho fatto la domanda, e spero che arrivi presto il documento. In più, sono molto stanca dei molti attacchi che ho subito, quando Striscia ha annunciato che sarei stata la velina bionda. Hanno detto che, con tutte le ragazze italiane che c’erano, proprio me, un’africana! dovevano andare a prendere”.
E sullo ius soli non ha dubbi: “Sì, ma secondo me bisognerebbe parlare più correttamente di ius culturae. Vede, un bambino, come sono stata io, cresciuta in Italia, ha assorbito la cultura italiana, per forza di cose. Ha studiato qui, assieme a compagni italiani, ha acquisito una mentalità italiana. Dunque, è giusto che gli venga riconosciuta l’italianità. Quando sono all’estero, io mi dichiaro italiana, e i miei nuovi amici stranieri riconoscono in me un’italiana”.
Al momento, Mikaela ha il passaporto angolano. “Mio padre era angolano, purtroppo è morto, mia mamma è afgana. Si sono conosciuti a San Pietroburgo perché all’epoca studiavano entrambi medicina lì. In quegli anni molti studenti afgani facevano l’università in Russia, i rapporti tra i due Paesi erano buoni, allora. Io sono poi nata a Mosca”.
Dal 2000 è in Italia, ma già all’epoca è stata bersaglio di insulti: “Perché ero ‘negra’. Ma i miei compagni di classe evidentemente avevano assorbito una cultura diversa dalla mia, più aggressiva verso il diverso. E poi avevano sbagliato a presentarmi. La maestra aveva detto ‘bambini, arriverà una nuova compagna, è russa’. Quando mi hanno visto, un ragazzino schifato mi ha detto ‘tu non sei russa, i russi non sono di colore, tu dici le bugie’. Poi mi escludevano dai giochi, così una volta mi sono arrabbiata e ho rotto dei vasi di piante. Poi ho cominciato a fare amicizia e il problema della pelle è sparito. Io – continua – mi definisco finta bianca e finta nera. La pelle peraltro è chiara”.
E conclude: “Gli italiani non sono razzisti. Però molti non sanno affrontare una società multietnica, che è già nelle cose. I politici, pure. Inadeguati. Molti italiani hanno paura del diverso, si sentono in pericolo… Non gliene faccio una colpa. Però attenzione. L’ignoranza porta alla violenza, ai commenti razzisti sui social. A quelli che parlano di razza ariana, 72 anni dopo la fine del nazismo”.

Julia Roberts: “I 50 anni non mi spaventano, mi eccitano…”

“I 50 anni? La cifra non mi spaventa. Anzi mi sembra un momento eccitante”, così Julia Roberts, che il 28 ottobre spegnerà 50 candeline, racconta a Vanity Fair come si sente alla soglia di un compleanno così importante. E per cominciare i festeggiamenti la splendida attrice, ospite di James Corden al “Late Late Show”, è stata protagonista di un esilarante video, che riepiloga la sua scintillante carriera, da “Pretty Woman a “Notting Hill” fino al nuovo film “Wonder”: 26 film in dieci divertentissimi minuti.

julia-roberts

Un viaggio a ritroso nella memoria in cui Julia Roberts, spalleggiata da un istrionico James Corden ha riproposto spezzoni dei suoi film cult. Il duo ha iniziato con “Notting Hill” e ha continuato con “Pretty Woman”, “Erin Brockovich” e “Flatliners”, in una rapida sequenza di cambi di costumi e oggetti di scena dalla durata di meno di dieci minuti.
Mamma di tre figli e con un ventennio di carriera alle spalle, l’ex Pretty Woman è diventata una “Woman”, anzi una “Wonderwoman”, e “Wonder” è proprio il titolo del suo ultimo film, in uscita il 17 novembre in America e, a cavallo tra fine dicembre e gennaio, anche in Italia, in cui interpreta la madre di un bambino malato.
Gli imminenti 50 anni non la spaventano, lei, bella e raggiante come se il tempo si fosse fermato, sembra avere davvero dei super poteri.

Ornella Muti fa le valigie: “Addio Italia, ho comprato casa in Russia”

Ornella Muti fa le valigie e lascia l’Italia per amore. L’attrice italiana starebbe per trasferirsi a Mosca, dove ha acquistato un appartamento di tre stanze nella Ostozhenka, la zona più esclusiva della capitale russa.

Ornella Muti in boutique ''Igor Gulyaev''. Moscow Ornella Muti shopping a Mosca

Lo riporta il canale tv Rossiya 1. Muti vivrà con il compagno Fabrice Kerherve, che ha diversi interessi in Russia. Anche l’attrice avrebbe intenzione di fare affari a Mosca lanciando una linea di calzature in pelle e un ristorante, naturalmente italiano.

Arnold Schwarzenegger, che forza: vacanza in Italia e raddrizza la Torre di Pisa

Le vacanze in Europa di Arnold Schwarzenegger proseguono e l’ex culturista e attore di origine austriaca fa tappa in Italia.

13769620_10154257221091760_2642347298184145624_n_27100102

Insieme alla compagna Heather Miligan, l’ex governatore repubblicano della California sta passando alcuni giorni in Toscana, in compagnia di alcuni amici. E non poteva certo mancare una visita a Pisa.
L’attore, per scherzo, ha postato una foto ritoccata in cui la celebre Torre viene raddrizzata.

Doppietta di Griezmann, Germania ko: la Francia in finale contro il Portogallo

Griezmann contro Ronaldo, qui come in Champions. I finalisti di San Siro si ritroveranno domenica sera a Parigi. Il primo per prendersi la rivincita, l’altro per il bis. Perché in palio ci sarà ancora l’Europa, ma con le loro nazionali, la Francia di Deschamps e il Portogallo di Santos.

Soccer Euro 2016 Germany France

Il 2 a 0 di Marsiglia è il trionfo di Deschamps. Che, nella finale anticipata, dà una lezione di tattica a Loew: sfrutta l’aria di casa del Velodrome e il 4-4-2 in fase difensiva che permette proprio a Griezmann di prendere il volo. Il piccolo diavolo, come lo chiamano qui, fa centro su rigore, dopo l’incredibile gesto di Schweinsteiger. Il capitano colpisce con il pugno il pallone e manda ko la Germania. Griezmann, però, è decisivo nelle ripartenze. Saranno fondamentali per sfiancare i campioni del mondo che, nella ripresa, escono definitivamente di scena. Con Pogba leader del centrocampo e rifinitore chic.
Muller resta a digiuno anche qui, dopo aver fatto cilecca nell’Europeo del 2012 in Polonia e Ucraina. Griezmann, invece, si conferma capocannoniere con la seconda doppietta di questo torneo. La prima l’ha segnata negli ottavi contro l’Irlanda. E’ già a 6 reti, contando anche il gol all’Albania e quello all’Islanda.

Soccer Euro 2016 Germany France

La Francia ritrova il successo in una competizione ufficiale contro la Germania dopo tre tentativi a vuoto e sempre nei mondiali. L’unico prima di questo, nel mondiale in Svezia del ’58. Solo Cristiano Ronaldo può fermare la Francia che torna in finale 16 anni dopo il successo contro l’Italia a Rotterdam con il golden gol di Trezeguet. Stavolta potrebbe riuscirci con il golden boy.