XFactor, Rita Bellanza eliminata. Selvaggia Lucarelli: “In due mesi sconosciuta, Madonna e poi sfigata”

Dopo essere entrata a XFactor come una delle annunciate vincitrice grazie alla sua interpretazione di “Sally”, Rita Bellanza ieri sera è stata eliminata dal talent col plauso dei social. Da tempo infatti Rita veniva duramente criticata sulla rete e sul suo caso è intervenuta Selvaggia Lucarelli: “Bisognerebbe stampare un opuscolo sulla parabola di Rita Bellanza a X Factor – ha scritto dalla sua pagina Facebook – e consegnarlo gratuitamente a tutti i ragazzi e le ragazze che cercano la fama attraverso la TV.

rita bellanza 2_30224647

Pompata in maniera incomprensibile prima ancora di iniziare le dirette, spammata su tutte le homepage dei siti importanti, definita voce miracolosa, commovente, incredibile per un’esibizione fortunata, è arrivata all’inizio del programma da vincitrice annunciata.
Che notoriamente è una roba da grattarsi come con un ciuffo di ortiche nelle mutande. Poi sono cominciate le prime serate. Levante che le assegna canzoni stracciapalle, lei che inizia a stonare, lei che è lì dentro che ha già qualcosa da perdere prima di aver guadagnato qualcosa, se non una pubblicità sproporzionata prima di entrare. Quelli che la osannavano sul web iniziano a insultarla. Su Twitter è un fiume di “levatevela dalle palle” e “fai cagare”. Stasera, finalmente, va fuori, così magari può tornare ad essere una persona che una fetta di web non vorrebbe vedere sotto un camion. Morale. Come passare da essere una sconosciuta alla Madonna a una sfigata nell’arco di due mesi. Ecco. Se volete fare un talent, qualunque esso sia, ricordatevi la storia di Rita Bellanza. Perchè ormai si può venire uccisi dal sistema prima ancora di entrare nel sistema. E per dirlo alla Sally, quella Sally che ha catapultato Rita nel frullatore…: “Rita è già stata punita per ogni sua distrazione, debolezza per ogni candida carezza tanto per non sentire l’amarezza”.

Weinstein, tra Rossella Brescia e Asia Argento è scontro sui social: “Sei meglio tu…”

Scoppia la polemica in rete tra Asia Argento e Rossella Brescia. All’origine della querelle social un post condiviso dalla ballerina e presentatrice tv su Facebook in cui commenta il caso Weinstein raccontando la propria esperienza personale ed esprimendo un punto di vista controcorrente, almeno rispetto alla schiera di attrici e star che negli ultimi giorni hanno denunciato via social le violenze subite negli anni.

3314101_1108_rossella_brescia_asia_argento_weinstein

“Comunque le cose sono due o sono una cessa oppure c’è qualcosa che non mi torna. Oppure sono davvero una che ha intuito – scrive Brescia – Come mai non ho mai incontrato i vari #Weinstein nella mia vita? – chiede polemica – eppure faccio questo mestiere da tanti anni. La verità è una sola – spiega – quando sento odore di marcio, sfodero il mio sorriso migliore e volto le spalle. Dico sempre a me stessa siamo talmente tanti nel mondo, non c’è mica solo Weinstein”.
Usando l’hashtag #QuellaVoltaChe lanciato su Twitter sulla scia dello scandalo Weinstein per raccontare le molestie subite dalle donne, la ballerina elenca un paio di situazioni che in passato ha evitato per non imbattersi in coloro che, “ha intuito”, volevano approfittarsi di lei. “#quellavoltache un regista che non conoscevo mi ha dato un appuntamento al ristorante di sera, solo noi due per parlare di lavoro (ma che scherzi, come no) col cacchio che mi sono presentata”, commenta la ballerina.
Una presa di posizione in cui si è sentita chiamata in causa Asia Argento, una delle vittime del produttore statunitense, che ha replicato subito con un tweet al veleno: “Brava, sei meglio tu”. Dopo aver ricevuto numerose critiche da parte degli utenti, Brescia è tornata sull’argomento con un secondo post in cui lamenta il fatto che le sue parole siano state “beceramente strumentalizzate” e chiede scusa “se qualcuno si è sentito offeso”.
“Intendiamoci – spiega – nella vita puoi fare quello che vuoi ma dato che ci sono MAIALI e LAIDI ovunque, non solo ad Hollywood, se non vuoi trovarti invischiato in questo mondo disgustoso ti difendi”.”Non parlavo di #Asia Argento – aggiunge – (mai nominata, parlavo del caso Weinstein) ma ne approfitto per dire che mi dispiace immensamente per quello che le è successo, perché una donna non si tocca nemmeno con un fiore. Per questo motivo – conclude – sono e sarò sempre a sostegno di tante associazioni che combattono la violenza sulle donne”.

Si innamorano in vacanza e lei fa 600 chilometri per andare da lui: all’arrivo la rivelazione choc

Vola per oltre 600 chilometri dall’Inghilterra ad Amsterdam per incontrare il ragazzo di cui si era innamorata in vacanza, credendo che il sentimento fosse ricambiato, ma in realtà riceve una brutta sorpresa.
Sophie Stevenson, 24 anni di Stoke, aveva conosciuto il 21enne Jesse Mateman a Barcellona ad agosto. La ragazza si era invaghita di lui e anche dopo essere tornati a casa si erano continuati a scrivere tramite Facebook, fino a quando il ragazzo non l’ha invitata ad Amsterdam dandole un appuntamento in un albergo della città.

3290437_1153_15697376_10154668255511138_7690844906900228966_n

Sophie ha quindi speso 350 euro di biglietto aereo, percorso oltre 600 chilometri per ricevere un biglietto dal ragazzo in cui le diceva che era tutto uno scherzo.
Come riporta anche il Daily Mail, una volta in albergo a Sophie è stato dato un biglietto in cui c’era scritto che era uno scherzo. La ragazza è rimasta sconvolta: «Come si può essere così crudeli? Lasciarmi spendere soldi e tempo per un viaggio così lungo se non ti interessa nulla di me?». La ragazza ha spiegato di aver conosciuto il 21enne a Barcellona, poco prima dell’attentato, i giorni successivi sono stati spesso insieme, anche con gli altri amici con cui erano andati in vacanza, e tra loro sembrava essersi creata una bella sintonia, tanto che hanno continuato a sentirsi.
Il ragazzo non solo l’ha rifiutata ma le ha mandato un secondo messaggio con un maialino, specificando che una ragazza grassa come lei non le sarebbe mai potuta piacere. Il giorno dopo Sophie ha ripreso l’aereo ed è tornata a casa: «Data la situazione in cui ci siamo consociuti avrei sperato in un po’ più di sensibilità», ha concluso la 24enne. Nessun commento invece dal ragazzo.

“Lady Gaga, smettila di copiarci i vestiti…”, i Cugini di Campagna e lo sfogo su fb

Lo sfogo. “Cara Lady Gaga, tutti sanno della tua bravura e anche noi ti stimiamo molto, ma in seguito ad alcune foto pervenute sui nostri Social Network volevamo invitarti a smettere di indossare abiti di scena identici ai nostri, consapevoli del fatto che non hai di certo necessità di imitarci. Con stima”. I Cugini di Campagna – o ‘Country cousins’, come si firmano nella versione in inglese del post – dedicano una lettera al vetriolo a

41307012

Lady Gaga rivendicando la paternità dell’eccentrico stile recentemente mostrato dalla pop star italo-americana a Parigi.
A corredo del post pubblicato sulla fan page ufficiale di Facebook, una foto della cantante affiancata ad altre che mostrano i Cugini con abiti di scena del tutto simili a quelli della Lady. Ma non finisce qui. A cadere nel mirino del gruppo-principe del falsetto è anche l’opinionista di ‘Uomini e Donne’ Tina Cipollari, colpevole come Gaga di aver copiato l’inconfondibile stile dei Cugini.
“Cara Tina Cipollari – scrivono infatti gli autori di ‘Anima Mia’ in un altro, durissimo post -, ti pregheremmo di smettere di indossare abiti prodotti con le nostre stoffe, perché indossati da noi hanno una certa rilevanza, mentre indossati da te, servono solo a causarci dei danni d’immagine. Siamo soltanto meravigliati dal fatto che, una professionista come Maria De Filippi, permetta di farti apparire in televisione, vestita in questo modo. Senza rancore”. O quasi.

Phelps si ritira dalle gare, l’annuncio su Facebook: “Dopo Rio smetto”

«Dopo Londra avevo promesso che non sarei tornato e invece l’ho fatto. Stavolta la mia decisione è definitiva, lo farò veramente, non competerò più a questi livelli». Il fenomeno di Baltimora, Michael Phelps, annuncia così nel corso di un Facebook Live da Rio de Janeiro, il suo ‘nuovò addio alle competizioni. L’atleta più medagliato della storia delle

Phelps-Olimpiadi-RIO-2016

Olimpiadi lo fa dopo aver conquistato la 23esima medaglia d’oro ai Giochi che chiude così la sua carriera olimpica tra le lacrime e i tanti successi (28 medaglie in assoluto).
Lo statunitense comunicò il primo addio subito dopo i trionfi di Londra 2012, una decisione poi ritirata che lo ha portato a vincere anche in Brasile. L’ultima in ordine di tempo è stata quella della staffetta nella 4×100 misti. «La mia carriera si è conclusa come io ho sempre desiderato. Ho vissuto un sogno divenuto realtà», ha sottolineato Phelps. Con lui gli Stati Uniti hanno superato il tetto delle mille medaglie d’oro conseguite nella storia delle Olimpiadi. Gli Usa hanno vinto la staffetta nuotando in 3’27«95, nuovo record olimpico, davanti alla Gran Bretagna, argento in 3’29»24, e l’Australia bronzo in 3’29«93.

Passerella Christo, c’è anche Gianni Morandi: “Per me ed Anna un’esperienza unica”

Anche Gianni Morandi ha potuto sperimentare, con la moglie Anna, la camminata sulla passerella firmata dall’artista Christo che per qualche settimana ha collegato la costa del Lago d’Iseo a Monte Isola. «Eravamo scalzi», risponde su Facebook a chi gli chiede se aveva osservato le indicazioni dell’artista.

morandi passerella christo_30175646

«Quasi tutti erano scalzi», aggiunge nel post in cui pubblica una foto e racconta la visita.
«30 giugno. Anna ed io al lago d’Iseo – scrive Gianni Morandi – per vedere l’installazione del grande artista Christo e per camminare sulla passerella galleggiante lunga tre chilometri. È stata una esperienza unica ed emozionante. Tra qualche giorno tutto sarà distrutto e non resterà niente – conclude – solo un ricordo indelebile…». La data di chiusura dell’installazione, che ha registrato più visitatori del previsto e che non tutti sono riusciti a raggiungere, è infatti domenica 3 luglio.