Olivia, la escort esperta di findom che si fa pagare 450 dollari all’ora

L’australiana Olivia Coxxx è una escort molto particolare, ma non si vergogna del proprio lavoro. Si fa pagare da uomini facoltosi, ma non per fare sesso nel modo più tradizionale del termine.
La ragazza, bionda e formosa, ha 25 anni ed è quella che nel gergo viene definita ‘dominatrice’ o ‘padrona’.

l_7qfa

Alcuni uomini provano piacere nel sentirsi schiavi di una donna e di essere vittime di gesti sadomaso, ma Olivia è riuscita ad andare oltre e a costruire un ricco business punendo i suoi facoltosi clienti, ma in maniera decisamente bizzarra.
Le tariffe variano a seconda della prestazione: ben 100 dollari per soli venti minuti di chat su Skype, che salgono a 450 per un’ora e 800 per due ore. Lei, però, non offre sesso, ma vere pubbliche umiliazioni, minacce e truffe informatiche. C’è chi la paga per vederla mentre, in webcam, fa shopping online con la sua carta di credito e chi adora essere insultato o deriso sui social, anche davanti a tutti i familiari. Questa pratica, sempre più diffusa, risponde al nome di ‘findom’
Olivia, ad ogni modo, a News.com.au dice di non vergognarsi del proprio lavoro: «Non sono io a cercare i clienti, sono loro che cercano me. Non sono una ladra, ci sono dei termini precisi di contratto per le mie prestazioni ed è tutto alla luce del sole. Non sono neanche l’unica in Australia a fornire questo tipo di prestazioni, che concordo con adulti facoltosi, smettiamola di pensare che il denaro guadagnato tramite il sesso sia meno nobile».

Non si depila per un anno e mostra i risultati: “Voglio ritrovare la bellezza al naturale”

Morgan Mikenas ha detto addio all’incubo dei peli superflui e sui social sfoggia gambe non depilate. La giovane fitness blogger non ha un incontro ravvicinato con una ceretta, un rasoio o qualsiasi altro metodo di depilazione da un anno. E tutto per promuovere la bellezza naturale.
Sul suo profilo Instagram conta più di 29.000 followers su Instagram e nell’ultimo anno ha realizzato un progetto molto particolare: ha deciso di non radere i peli superflui del suo corpo.

2389685_1613_morgan_mikenas

La ragazza vuole dimostrare che la presenza di peli non sminuisce l’essenza di una donna. Da adolescente è stata anche vittima di bullismo per le sue gambe non rasate e la peluria evidente. Ora è stanca di soffrire e di correre ai rimedi di depilazione non appena spunta un pelo.
“Non sto cercando di far sì che tutta l’umanità smetta di radersi le ascelle o i peli delle gambe. Voglio solo essere d’ispirazione rispetto allo scegliere di fare ciò che si preferisce, ciò che ci fa sentire più a nostro agio. Vorrei che nessuno si vergognasse di sé, non è giusto che la gente senta di doversi adeguare a una norma culturale. Fate semplicemente quello che vi fa stare bene!”, le parole di Morgan, convinta che l’esigenza di depilarsi sia frutto di una convenzione sociale che accresce le differenze di genere.

“Mio marito? 24 anni più vecchio, ma ho più orgasmi io in una notte…”

Megan Ayres è una donna felice e soddisfatta perché il suo matrimonio le ha riservato molte sorprese, nonostante il marito non sia più giovanissimo. La 22enne dello Hutah aveva solo 18 anni quando lo ha conosciuto; lui ne aveva 42, ma il sesso è sempre stato fantastico, come spiega al Mirror.

MEGAN2_08162112

“Ho più orgasmi di tutti i miei amici”, dice Megan con trionfo. Sembra che il marito sia un abile amatore e la differenza d’età non ha alcuna influenza sulla loro vita sessuale.
Il consorte è un anno più giovane della mamma e Megan ha raccontato di aver perso la verginità con lui prima di dare alla luce le due figlie Rose e Heather. Non vogliono smettere però: hanno intenzione di allargare la famiglia e fare almeno quattro figli, anche di più.
Megan sostiene che la pluridecennale esperienza in camera da letto del marito è servita a rendere piacevole e senza rimpianti la sua vita sessuale: “Ero vergine quando l’ho incontrato, non posso paragonarlo a nessuno, ma da quel che sento dai miei amici ho più orgasmi in una notte io che loro nei mesi”.

MEGAN4_08162500

Non tutte rose e fiori nella loro storia d’amore. La differenza d’età ha creato qualche problema all’inizio perché Megan è stata fatta fuori dalla chiesa mormone quando la relazione è venuta allo scoperto e i genitori non approvavano questa unione e hanno cercato di dividerli. La coppia si è incontrata in una chiesa mormone in Virginia, quattro anni fa, ma hanno entrambi rinunciato alla loro religione.

Nudi al primo appuntamento, 69enne corteggia una ragazza di 24 anni

Cerca l’amore a 69 anni e decide di partecipare a un programma televisivo in cui si trovano le anime gemelle. Bob si è spogliato davanti a tutti insieme alla 24enne Natalie con cui ha avuto il suo appuntamento “a nudo”.

36231080

Solitamente i concorrenti che partecipano allo show televisivo, come riporta anche il Daily Mail, sono molto giovani, ma Bob, questa volta, è stata un’eccezione. «Appena l’ho visto sono rimasta perplessa», ha ammesso Natalie, «poi però ho pensato che è un uomo molto intelligente e il suo fondoschiena non è male per l’età che ha».
Bob è un imprenditore con molto senso dell’umorismo, tanto che durante l’appuntamento i due hanno giocato con le pistole ad acqua e la cosa sembra essere piaciuta alla ragazza che lo ha definito un uomo molto divertente. Dal canto suo Bob ha detto di essere stato molto bene e di aver partecipato anche per voler dare una lezione ai giovani d’oggi su come si tratta e si corteggia una donna.

Linda Morselli e l’addio a Valentino Rossi: “Ecco perchè ci siamo lasciati”

“Questa domanda dovrebbe farla a lui. La decisione è arrivata dopo un periodo difficile e delicato, soprattutto per Valentino. Ha contato la sua voglia di potersi concentrare su questa sfida, andarsi a riprendere il titolo che gli spetta. Si vede che doveva andare così (…) Detto questo, una parte di me lo ama ancora e lo amerà per sempre”. Linda Morselli per la prima volta parla dell’addio con Valentino Rossi:

Valentino-Rossi-e-Linda-Morselli-si-sono-lasciati-foto-news-gossip-immagini

“Non c’erano segnali di crisi – ha fatto sapere a “Vanity Fair” – Ci siamo trovati di fronte a un ostacolo che avremmo dovuto superare e invece la decisione, più sua a dire il vero, è stata quella di andare avanti ma su strade diverse”.
L’addio non è stata colpa della gelosia (“fa parte dell’amore ma non deve diventare un’ossessione. Valentino poi è solare, vuole stare tranquillo e non avrebbe mai sopportato una donna che gli fa problemi. Certo, i giornali hanno scritto di tutto. Per quanto siamo stati attenti alla privacy, hanno comunque provato a mettere zizzania tra noi. E quando è finita davvero si sono scatenati: copertine sulla coppia che scoppia, lui che sarebbe già con un’altra. Ci eravamo lasciati da pochi giorni, vivevo un momento delicato e mi ha dato molto fastidio: capisco che lui sia famoso ma ci vorrebbe un po’ più di rispetto, siamo prima di tutto due ragazzi che si sono voluti bene”) e per amore ha fatto diversi sacrifici: “Ho cercato di mantenere una certa indipendenza, perché non volevo annullarmi in lui, non è facile se stai con Valentino Rossi. Alcune rinunce professionali sono state una mia scelta, non le rinnego. Sono stati quattro anni stupendi, in cui spesso ho viaggiato con lui per seguirlo nelle gare, soprattutto in Europa. Abbiamo sempre protetto la nostra privacy perché volevamo difendere l’amore da tutto quello che poteva intaccarlo”
Una speranza però rimane: “Con Vale ci continuiamo a sentire, abbiamo un buon rapporto. E chi vivrà vedrà. Stare separati potrebbe essere un’occasione per migliorarci tutti e due”.

Henry Heimlich, l’inventore della “mossa”, a 96 anni salva una donna dal soffocamento

Non ha perso il tocco Henry Heimlich, il chirurgo che ha dato il suo nome alla manovra di primo soccorso che può salvare la vita in caso di soffocamento per ostruzione delle vie aeree. Alla tenera età di 96 anni ha salvato la vita di una donna di 87 anni che si stava strozzando con un pezzo di hamburger.

35806884 (2)

Il chirurgo ha raccontato la storia al ‘Cincinnati Enquirer’, sottolineando che questa era la prima volta che lui stesso provava il famoso ‘abbraccio’ su una persona che stava soffocando. Mentre in precedenza l’aveva sempre effettuata in dimostrazioni pubbliche non in una vera emergenza.