Lascia il lavoro e decide di girare il Mediterraneo in canoa con la cagnolina Nirvana

Sergi Rodriguez Basoli, ingegnere ambientale 32enne, sta affrontando un’avventura davvero speciale. Il giovane, originario della Catalogna, ha abbandonato tutto per girare il Mediterraneo a bordo di una canoa. Non da solo, ma in compagnia di un’amica speciale: la cagnetta trovatella Nirvana.
Come riporta il sito del quotidiano La Stampa, la storia inizia nel 2013, quando Basoli decidere di chiudere con la sua vecchia vita.

1782305_n3

Lascia il lavoro e decide di intraprendere un viaggio molto particolare, un giro del Mediterraneo in canoa. “Lo scopo personale di questo viaggio – spiega – è imparare tutte quelle cose che solo la solitudine e la natura possono darti. Grazie a quest’avventura sto conoscendo moltissime persone e luoghi magici. E il mare mi calma”.
Il giovane salpa da Barcellona arrivando in Sicilia. Poi è la volta di Toscana, Sardegna e Corsica. E tutto questo al fianco della cagnolina Nirvana che fa da “comandante in seconda”, protetta da una piccola tettoia dietro al suo padrone.
“L’ho trovata in mezzo a una strada in Sardegna – continua – era sola e traumatizzata. Da allora non l’ho mai abbandonata: siede in canoa con me e ha imparato a essere molto obbediente quando navighiamo, perché sa che ne va della nostra sicurezza. Una fedele compagna di viaggio: ci facciamo compagnia a vicenda”. Il viaggio della singolare coppia è immortalato in scatti e video condivisi su Instagram.
Promotore dell’impresa, l’associazione non governativa Mednet di Oceana, che si occupa della tutela degli oceani. Sergi ha il compito di consegnare al ministero degli Esteri di ogni paese che tocca un documento sul progetto Oceana. “Spero di dare un buon esempio e sensibilizzare sull’argomento. Il mare mi sta troppo a cuore”.

Henry Heimlich, l’inventore della “mossa”, a 96 anni salva una donna dal soffocamento

Non ha perso il tocco Henry Heimlich, il chirurgo che ha dato il suo nome alla manovra di primo soccorso che può salvare la vita in caso di soffocamento per ostruzione delle vie aeree. Alla tenera età di 96 anni ha salvato la vita di una donna di 87 anni che si stava strozzando con un pezzo di hamburger.

35806884 (2)

Il chirurgo ha raccontato la storia al ‘Cincinnati Enquirer’, sottolineando che questa era la prima volta che lui stesso provava il famoso ‘abbraccio’ su una persona che stava soffocando. Mentre in precedenza l’aveva sempre effettuata in dimostrazioni pubbliche non in una vera emergenza.

Perde 92 kg ma rimuove la pelle in eccesso con la chirurgia: l’incredibile trasformazione

Simone Anderson, una ragazza di 25 anni, pesava quasi 170 Kg fino a quando un giorno ha deciso di cambiare stile di vita e di dimagrire. In poco tempo ha perso 92 kg, ma con qualche piccola conseguenza a cui ha dovuto rimediare con la chirurgia estetica.

1750970_simone-anderson

Un paio di anni fa si è sottoposta a un bypass gastrico per perdere peso; subito dopo l’intervento la pelle in eccesso era così tanta che non riusciva ad accettare il suo corpo, così nel 2015 è finita nuovamente sotto i ferri per nove ore con lo scopo di rimuoverla. Sul suo profilo Instagram ha deciso di condividere il risultato e l’incredibile trasformazione del suo corpo.

La giovane racconta: “Ho completamente rivoluzionato il mio stile di vita con la dieta e l’esercizio fisico. Trentatré settimane dopo l’addominoplastica sono fiera di mostrare quello che ho ottenuto… La maggior parte della mia pelle è stata rimossa ad eccezione delle cosce”.

Ora la sua vita è cambiata e si diverte a fare selfie che la fanno sentire bella. Continua a fare dello sport per migliorare il tono muscolare e a darne dimostrazione ai suoi fan che da quando è iniziata la dieta sono aumentati notevolmente. Ora Simone ha 136mila followers e condivide consigli e regimi alimentari.

Ricordate Jane, la 17enne che vinse la lotteria? Tre anni dopo ecco cosa ha scoperto sul fidanzato

Jane Park ha 20 anni, in Inghilterra è diventata famosa perché a 17 vinse la lotteria portandosi in tasca 1 milione di sterline. Poi fu presa di mira dal web per come spese i suoi soldi. Si trasferì a Magaluf, nota località frequentata da giovani “trasgressivi” e considerato uno dei regni del sesso tra i ragazzi. Fu definita ‘zingara’ e ‘barbona’ dagli utenti del social network, disgustati dal suo stile di vita: feste sfarzose e una serie di viaggi in giro per il mondo.

7fa393e3d6bc9104b130a4ab15076780

A poco più di due anni di distanza da quel periodo, in questi giorni è tornata a far notizia per aver lasciato il suo fidanzato e soprattutto per i motivi che l’hanno spinta a farlo. Lui avrebbe venduto numerosi regali da lei ricevuti in cambio di denaro. A scatenare l’ira di Jane è stata la cessione di un Rolex da oltre 7mila sterline. “I miei amici mi avevano messa in guardia da lui”, racconta al The Sun, “Mi avevano detto che stava con me solamente per i miei soldi, ora ne ho avuto conferma. È un serpente”.

Per un lungo periodo della sua vita credeva di aver trovato l’uomo giusto, illusa e accecata dall’amore che provava nei suoi confronti. In realtà si trattava solamente di un bluff che lei ha voluto rendere pubblico su Facebook e lo ha fatto in una serie di post dove ha elencato tutte le “bravate” dell’ormai ex fidanzato.

Si licenzia e gira il mondo: “Volevo lavorare il meno possibile e non aspettare le vacanze”

Diana Bancale è una giovane donna che a un certo punto della sua vita ha fatto una scelta drastica: lasciare un lavoro a tempo indeterminato e cominciare a viaggiare per il mondo da sola. “Da grande voglio lavorare il meno possibile, non voglio che la mia vita si riduca ad aspettare il weekend e le vacanze estive”, racconta in un’intervista all’Huffington Post.

1692759_diana5

Oggi Diana è una blogger di viaggi e sul suo sito “In viaggio da sola” offre consigli a chi vuole iniziare questa avventura come lei. “Ricordo il giorno in cui mi sono licenziata e ho riscoperto la libertà – scrive nel suo blog in risposta a chi le ha dato della matta solo perché aveva lasciato un posto a tempo indeterminato – La libertà di tornare a sognare, come quando eravamo piccoli…
Voi lo sapevate che si può vivere anche senza lavorare otto ore al giorno col sedere incollato a una sedia? E che è possibile anche fare un lavoro che si ama? Se lo sapete già, siete fortunati. Io non lo sapevo e credevo che la vita fosse quella: solita routine per quaranta ore a settimana, quarantotto ore di ‘ore d’aria’ il weekend e così via, avanti per mesi fino al ‘miraggio’ delle ferie, che erano ormai diventate il mio unico obiettivo. Secondo solo all’altro obiettivo: la pensione.
Oggi Diana gira il mondo con i viaggi offerti dagli enti del turismo o con i blog tour e lavora come social media manager per alcune aziende. Tutto è iniziato dopo la laure in Giornalismo nel 2007.
Ha lavorato per garantirsi uno stipendio normale e ogni volta aspettava le vacanze. “Alla fine ho deciso di licenziarmi e di dedicarmi interamente alla mia passione, alla cosa che più amavo fare e che invece stavo trascurando: viaggiare. Ho investito i soldi della liquidazione in un corso di marketing per formarmi, mentre il mio blog iniziava a crescere”. Diana ha un fidanzato e delle amiche, ma preferisce viaggiare da sola per mettersi alla prova. A chi si sente intrappolato in una vita che sente non gli appartenga consiglia: “Bisogna inseguire i propri sogni, ma non si può lasciare il proprio lavoro e andare all’avventura senza avere le idee chiare. Io, ad esempio, mi sono licenziata, ma ho investito le mie risorse economiche sulla mia formazione, sui miei sogni. Bisogna prepararsi.
E avere costanza, se si vuole fare dei viaggi un lavoro: all’inizio è difficile, apri un blog e hai solo due visite al giorno. Non bisogna demordere, ma continuare a studiare, partecipare ai meeting, curare le relazioni, crearsi una rete. Dunque, partire sì, ma solo quando si ha un progetto. E quando si è pronti per farlo. Capire quando è il momento giusto per farlo è facile: quando la vita fa troppo schifo, e così non può continuare, quello potrebbe essere il momento giusto per cambiare”.

Diventa famosa per le sue super gambe, la modella confessa: “Gli uomini mi fanno richieste assurde”

Famosa grazie alle sue gambe. Natascha Encinosa è una modella di 20 anni di Miami che è diventata nota sui social e nel mondo della moda grazie alle sue muscolosissime gambe. Natascha ha delle gambe con un diametro di 66 centimetri, sono possenti, muscolose e la 20enne ne va fiera e orgogliosa tanto da metterle sempre in mostra con minigonne e leggins.

1685127_99308_1716091748613883_6555271150722929780_n

La ragazza ha iniziato 4 anni fa a lavorare duramente per far diventare il suo corpo come lo vediamo oggi. Non riusciva a perdere qualche chilo di troppo, così si è messa a dieta e si è appassionata al fitness. Oggi va in palestra 5 volte a settimana e si allena anche per 4 ore al giorni ma i suoi sacrifici sono stati premiati e, oltre ad avere il fisico che ha sempre desiderato, Natascha è anche diventata una vera star dei social.
La fama le ha portato molti fan che spesso fanno anche assurde rischieste: «La richiesta più stramba è stata quella di un fan che mi ha detto se potevo schiacciare la sua testa tra le cosce. Non so perché lo volesse ma per me è stato raccapricciante leggere quelle parole», racconta la 20enne al Daily Mail. In molti hanno notato la sua somiglianza con Chun-Li, il personaggio del videogioco degli anni Novanta, Street Fighter, un altro dei motivi per cui ha ottenuto tanto successo sui social.