Nipote di 23 anni sposa la prozia 91enne che muore dopo 2 giorni, ora è lotta per l’eredità

Sposa a 23 anni la prozia di 91 anni che muore dopo due giorni, ora è battaglia legale per l’eredità. Mauricio Ossola è un praticante avvocato che vive in Argentina che nel 2015 ha sposato la sua prozia Yolanda Torres, molto più anziana di lui. La donna è morta dopo soli 2 giorni dalle nozze mentre erano in luna di miele ma subito dopo è scoppiata una lotta legale tra lui e le autorità.

3343915_1942_ragazzo_sposa_90_enne

Dopo il decesso il 23enne ha fatto richiesta per ricevere la pensione della moglie ma gli è stata respinta, come riporta il Mirror. Sembra, infatti, che gli uffici abbiano fatto delle indagini da cui è emerso che nemmeno i vicini di casa sapevano delle nozze e hanno deciso di sospendere temporaneamente la pratica. Yolanda al momento del matrimonio era perfettamente lucida, nonostante l’età. Il 23enne ha raccontato che i due si erano innamorati dopo che lui era andato dalla lontana parente per poter studiare all’università.
Il matrimonio sarebbe stato l’ultimo desiderio della prozia, così il ragazzo ha deciso di aiutarla. Di fronte al rifiuto delle autorità però il giovane ha deciso di non cedere e ha annunciato che porterà avanti la sua battaglia legale per avere quello che gli spetta secondo la legge.

Paga 8mila euro per uno ‘shot’ di whisky del 1878, poi l’amara sorpresa

Era così curioso di provare un whisky rarissimo e decisamente invecchiato che era riuscito a convincere i vertici di un hotel svizzero a fargli pagare uno ‘shot’ la bellezza di 8mila euro. Quello che un affermato scrittore cinese, Zhang Wei, non poteva certo sapere, è che quello che ha bevuto non era affatto il raro Macallan, prodotto in Scozia nel 1878.

whisky-rarissimo-falso_03134001

A scoprirlo erano stati alcuni esperti di whisky che, dopo aver letto la notizia della costosissima consumazione, avevano espresso dubbi e perplessità sull’originalità di quella bottiglia. Nella fattispecie, infatti, il tappo e la bottiglia non corrispondevano agli originali ed è così che Sandro Bernasconi, manager dell’hotel e figlio del proprietario, aveva deciso di far analizzare quel whisky.
I risultati delle analisi in laboratorio, riportati anche dalla BBC e dall’edizione italiana dell’Huffington Post, non lasciavano spazio a dubbi: quella bottiglia era un vero e proprio falso, dal momento che il whisky era stato prodotto negli anni ’70 del secolo scorso, quindi quasi cento anni dopo la data indicata dall’etichetta. Per questo motivo la famiglia Bernasconi ha deciso di rimborsare lo scrittore, restituendogli l’intera somma pagata qualche tempo prima. «Per fortuna non era arrabbiato, anzi, ci ha ringraziato dell’ospitalità», ha affermato Sandro Bernasconi.

Si sposò con se stessa, dopo due anni confessa il tradimento: “Sono stata con un uomo”

Tra le tendenze più bizzarre di questi ultimi anni c’è sicuramente l’esplosione del fenomeno della soligamia: persone di entrambi i sessi che, stanchi di aspettare l’anima gemella, decidono di convolare a nozze con… loro stessi. I casi, in tutto il mondo, si sono moltiplicati e tra questi c’è anche quello di Sophie Tanner, una 37enne di

sophie-tanner_27120316

Brighton (Gran Bretagna) che nel maggio 2015 aveva deciso di sposare se stessa in una cerimonia celebrata dal suo migliore amico e in cui, ovviamente, era stata accompagnata all’altare dal padre Malcolm.
Oggi, come riporta il Sun, a distanza di due anni e mezzo, la donna ha deciso di fare una confessione ad un programma tv, ‘This Morning’, ammettendo di essere stata infedele durante il suo matrimonio anomalo. Già, perché Sophie avrebbe tradito se stessa dopo aver iniziato a frequentare Ruari Barratt. Il loro incontro sembra essere stato deciso dal destino: anche Ruari aveva deciso di ricorrere alla soligamia e sposare se stesso, dopo una vita passata da playboy, fatta di tante avventure e poche (e fallimentari) relazioni stabili.

Star 18enne di Instagram fa sesso in diretta davanti a 4 milioni di follower

Ha premuto per sbaglio un pulsante sul telefono e i quattro milioni di followers hanno assistito in diretta su Instagram a un rapporto sessuale con il fidanzato Andrew Gregory.

3295579_1928_collage_2017_10_11_4_

La canadese Kristen Hancher, 18 anni, è diventata famosa grazie ai video musicali che pubblica costantemente sui suoi profili social. Ora è finita sui media per questo piccolo incidente.
Sembra, come racconta il Sun, che in qualche modo sia stata attivata la funzione live streaming di Instagram. Tre minuti bollenti in cui i fan si sono divertiti. La fotocamera però era oscurata, ma i rumori erano inequivocabili.
“Chiunque abbia assistito accidentamente accetti le mie scuse. Non era affatto intenzionale”, ha spiegato Kirsten imbarazzata. La coppia sta insieme da circa un anno e mezzo.

Si innamorano in vacanza e lei fa 600 chilometri per andare da lui: all’arrivo la rivelazione choc

Vola per oltre 600 chilometri dall’Inghilterra ad Amsterdam per incontrare il ragazzo di cui si era innamorata in vacanza, credendo che il sentimento fosse ricambiato, ma in realtà riceve una brutta sorpresa.
Sophie Stevenson, 24 anni di Stoke, aveva conosciuto il 21enne Jesse Mateman a Barcellona ad agosto. La ragazza si era invaghita di lui e anche dopo essere tornati a casa si erano continuati a scrivere tramite Facebook, fino a quando il ragazzo non l’ha invitata ad Amsterdam dandole un appuntamento in un albergo della città.

3290437_1153_15697376_10154668255511138_7690844906900228966_n

Sophie ha quindi speso 350 euro di biglietto aereo, percorso oltre 600 chilometri per ricevere un biglietto dal ragazzo in cui le diceva che era tutto uno scherzo.
Come riporta anche il Daily Mail, una volta in albergo a Sophie è stato dato un biglietto in cui c’era scritto che era uno scherzo. La ragazza è rimasta sconvolta: «Come si può essere così crudeli? Lasciarmi spendere soldi e tempo per un viaggio così lungo se non ti interessa nulla di me?». La ragazza ha spiegato di aver conosciuto il 21enne a Barcellona, poco prima dell’attentato, i giorni successivi sono stati spesso insieme, anche con gli altri amici con cui erano andati in vacanza, e tra loro sembrava essersi creata una bella sintonia, tanto che hanno continuato a sentirsi.
Il ragazzo non solo l’ha rifiutata ma le ha mandato un secondo messaggio con un maialino, specificando che una ragazza grassa come lei non le sarebbe mai potuta piacere. Il giorno dopo Sophie ha ripreso l’aereo ed è tornata a casa: «Data la situazione in cui ci siamo consociuti avrei sperato in un po’ più di sensibilità», ha concluso la 24enne. Nessun commento invece dal ragazzo.

Bimbo nasce con il cervello fuori dal cranio, per i medici non c’è nulla da fare. La famiglia: “Speriamo in un miracolo”

Bimbo nasce con il cervello fuori dal cranio, per i medici non c’è nulla da fare. La famiglia: “Speriamo in un miracolo”.
Purtroppo non c’è niente da fare secondo i medici per un bimbo venuto al mondo con due gravi malformazioni. Il piccolo Babu è nato con l’encefalocele, una condizione rara per cui ha la testa piatta e un sacchetto sul retro del collo.

bimbo-encefalopatia_06190125

Inizialmente i medici hanno provato a trovare un modo di salvarlo, ma non hanno avuto gli esisti sperati, così oggi che il piccolo ha 2 mesi, è tornato a casa a Kolkat, in India, con la madre e il padre Jyotsna e Jhontu Das, dove trascorrerà il più serenamente possibile le ultime settimane della sua vita. Come riporta anche il Daily Mail, infatti, per il bimbo non ci sono molte speranze ma i genitori non si arrendono e sperano possa vivere e crescere come tutti gli altri bimbi.
«Speriamo in un miracolo», ha raccontato il papà, «i medici non hanno fatto nulla e hanno detto che non ha speranze, ora ci occuperemo di lui a modo nostro cercando di salvargli la vita». I dottori hanno provato a spiegare che la malformazione del piccolo è inconciliabile con la sua vita: «è nato con il cervello fuori dal cranio, non si può fare nulla, possono essere fatti decine di interventi ma l’aspettativa di vita, purtroppo, è bassissima».