“Tomb Raider”, Alicia Vikander si mostra nei panni della nuova Lara Croft

Una ragazza normale in circostanze straordinarie: ecco come sarà Lara Croft interpretata da Alicia Vikander nel nuovo film tratto dalla serie di videogiochi. Il personaggio avrà uno stile completamente diverso da quello di Angelina Jolie, stando alle parole del regista Roar Uthaug: “Lara sarà presentata come una giovane che non ha ancora trovato il suo posto nel mondo”. Intanto diamo uno sguardo ad alcune foto ufficiali che ritraggono Alicia in azione…

C_2_fotogallery_3010382_2_image

La storia si baserà sul una giovane e ancora inesperta Lara Croft alle prese con la sua prima avventura, Sette anni dopo la scomparsa del padre, la 21enne Lara si rifiuta di prendere le redini della sua società, ma preferisce lavorare a Londra come corriere in bicicletta mentre segue alcuni corsi al college. Alla fine decide di investigare sulla scomparsa del padre e parte per l’ultimo posto in cui è stato avvistato: la tomba di un’isola nei pressi delle coste giapponesi.
Oltre a Alicia Vikander, nel cast troviamo anche Dominic West, Walton Goggins e Daniel Wu. Basato sull’omonimo franchise di videogame, la pellicola è scritta da Geneva Robertson-Dworet, sceneggiatore di “Transformers 5”. Il film uscirà negli Stati Unitiil 16 marzo 2018.

Baywatch, arriva il film: ecco il primo trailer ufficiale

Muscoli, corpi scolpiti, curve sexy, avventura e spettacolo. Gli ingredienti di Baywatch, in arrivo a maggio al cinema, sono questi. Il reboot della popolare serie tv vede come protagonisti Zac Efron, Dwayne Johnson, Jon Bass, Alexandra Daddario, Kelly Rohrbach e Ilfenesh Hadera. La regia è affidata a Seth Gordon e per i nostalgici i cameo delle icone David Hasselhoff e Pamela Anderson..

alexandra-daddario-looks-sizzling-hot-in-baywatch-set-photo

La pellicola, vietata ai minori, sarà nelle sale a partire dal 19 maggio 2017.
Vestirà i panni del bagnino Mitch Buchanan l’attore Dwayne “The Rock” Johnson che insieme a una nuova recluta guardia spiaggia, interpretata da Zac Efron, se la deve vedere con un magnate del petrolio che minaccia il futuro della Baia con un piano infernale.
Ad Efron, ex star di High School Musical, bello, abbronzato e muscoloso il compito di non far rimpiangere le corse sulla spiaggia di David Hasselhoff, alla bionda Rohrbach quello di emulare l’intramontabile Pamela Anderson.
Dopo la pellicola “San Andreas”, Dwayne Johnson e Alexandra Daddario tornano assieme per questa attesa pellicola la cui sceneggiatura è stata scritta da Damian Shannon e Mark Swift.

Sylvester Stallone festeggia 70 anni: “Nella mia vita quasi tutti fallimenti”

Sylvester Stallone compie 70 anni e, nonostante i diversi ruoli interpretati durante la sua carriera, il suo volto rimane legato a due soli personaggi: il pugile Rocky e il veterano della guerra nel Vietnam Rambo. “La mia vita è fatta per il 96% di fallimenti e per il 4% di successi” ha dichiarato Stallone “Rocky è stato il mio successo più grande, una delle poche cose che mi sono riuscite davvero bene”.

C_2_fotogallery_3003128_11_image

Il fallimento più cocente risale invece all’ultima notte degli Oscar, quando è sfumato il sogno di stringere la statuetta come migliore attore non protagonista per ” Creed – Nato per combattere”. Per la pellicola era tornato ad interpretare Rocky e, esattamente come era avvenuto 40 anni prima, ha solo sfiorato l’Oscar.
“Certo, avrei voluto avere una carriera più varia. Invidio Tom Hanks che ha fatto un lavoro incredibile e interpretato mille ruoli diversi” il rimpianto di Stallone “Ma io ogni volta che ho tentato di fare qualcosa di diverso mi sentivo rispondere che stavo solo cercando di cambiare faccia al mio personaggio”.
E così lo Stallone italiano è rimasto ingabbiato in quei due ruoli iconici. Prima di Rocky e Rambo l’attore aveva interpretato solo piccole parte, soprattutto nel genere soft-porno, come “Italian stallion – Porno proibito”. Ad un certo punto Stallone decise però di prendere in mano la sua carriera e scrivere una storia che si sarebbe poi cucita addosso. Nacque così Rocky, e poco tempo dopo arrivò anche il veterano della guerra in Vietnam Rambo.
Poi ci fu qualche ruolo diverso, arrivarono commedie e film d’azione come “Tango & Cash” (1989), “Cliffhanger – L’ultima sfida” (1993) e “Demolition Man” (1993). Più recentemente è apparso nella saga de “I mercenari”, accanto a vecchie guardie come Mickey Rourke, Harrison Ford, Arnold Schwarzenegger e Mel Gibson. Nonostante tutto, però, Stallone è soprattutto Rocky e su Rocky ha puntato tutto, vincendo molto e perdendo altrettanto.

Patricia Contreras, dall’Isola al cinema: “Ecco cos’è successo a Cannes”

Dopo la sua partecipazione all’Isola dei Famosi, Patricia Contreras è stata impegnata, insieme a Ruby Rubacuori, l’ex “pupa” Francesca Cipriani, l’ex “gieffina” Siria De Fazio e il chirurgo Giacomo Urtis (nella parte di se stesso) in “The Lady” parte 3, la web serie di Lory Del Santo.

12716683_1764193790481284_1543484607_n

Sembra però che le esperienze cinematografiche dell’ex isolana non si fermano qui: “Patricia Contreras – racconta la rubrica “Sussurri&Grida” di “Novella2000” – naufraga dell’ultima Isola dei Famosi, è stata la protagonista della webserie The Lady diretta da Lory Del Santo. Ora per Patricia si potrebbero aprire le porte del cinema internazionale, visto che è stata a Cannes per incontrare il regista Olivier Assàyas, in concorso al Festival del Cinema con “Personal Shopper interpretato” da Kristen Stewart, la diva di Twilight. Che la Del Santo porti fortuna?”

Charlize Theron: “Fare la cattiva mi fa sentire libera”

Charlize Theron incanta Milano alla presentazione del film “Il Cacciatore e la Regina dei Ghiacci – La storia prima di Biancaneve”, in cui è per la seconda volta la perfida regina Ravenna. “Interpretare il malvagio è il sogno di ogni attrice. Mi dà un grande senso di libertà”, ha detto la diva, che recita con Chris Hemsworth, Emily Blunt e Jessica Chastain.

C_4_foto_1473292_image

La pellicola, prequel di “Biancaneve e il cacciatore”, sarà nelle sale italiane dal 6 aprile.
“Interpretare i ruoli di cattiva è divertentissimo, il fatto che mi sia stato offerto questo sequel è stato molto eccitante e sarà l’ultima volta che interpreterò un personaggio così grande e per ben due volte”. Lo ha detto Charlize Theron alla presentazione milanese del film “Il Cacciatore e la Regina dei Ghiacci – La storia prima di Biancaneve”, di Cedric Nicolas-Troyan, in cui è la perfida regina Ravenna. “Ho voluto ribaltare la sua immagine, renderla moderna e farla sembrare vera. Abbiamo elaborato quindi questa regina bionda e con la carnagione chiara, è stato un rischio”, ha raccontato la Theron, descrivendo il suo personaggio.
“E’ stato difficile indossare i costumi del film, erano pesantissimi e dopo otto ore sul set non riuscivo più a respirare”, ha svelato l’attrice sudafricana, che si è poi soffermata sulla questione di genere che sta animando il dibattito a Hollywood ormai da tempo.
“Deve esserci equilibrio nel raccontare le donne, che sono sempre rappresentate al cinema solo come ottime madri o ottime prostituite, ma ci sono mille altri aspetti da esplorare. – ha spiegato Charlize Theron – Sono una femminista che ama gli uomini e celebra gli uomini e ritiene che le donne abbiamo potere solo grazie alla loro capacità di raffrontassi e interagire con gli uomini. E’ importante ci siano storie senza principe azzurro”. E ancora: “Non credo che femminismo significhi odiare gli uomini: noi parliamo di eguaglianza e voglia di essere rappresentate in modo equo e onesto”.
Sui prossimi ruoli, la Theron non si è sbilanciata: “Quello che mi muove è il desiderio di essere una narratrice. Non penso a personaggi buoni o cattivi a priori, l’elemento importante come attore e quello che mi fa avere paura è: sono in grado di andare su uno schermo e dire la verità? Penso solo alla mia capacità di dire la verità”.

Gloria Guida, auguri per i 60 anni della regina della commedia sexy anni 70

Tanti auguri a Gloria Guida. Nata a Merano il 19 novembre del 1955, l’attrice è stata una dei volti (e corpi) simbolo della commedia sexy anni 70, ma non solo. Al suo attivo titoli di culto del cinema di genere (“Avere vent’anni”) e commedie popolarissime al fianco di Renato Pozzetto (“La casa stregata”) e Johnny Dorelli, che poi sarebbe diventato suo marito. Dal 1988 si è praticamente ritirata dalle scene per dedicarsi alla famiglia.

C_4_foto_1415186_image

Per molti resterà la “liceale” per eccellenza. Per via di una serie di pellicole girate tra il 1975 e il 1979, da “La liceale” a “La liceale, il diavolo e l’acquasanta”, che hanno colpito l’immaginario di una generazione, tra ammiccamenti e situazioni piccanti. Nudi innocenti e le celebri scene della doccia, ma abbastanza da tramutare la Guida in un’icona. Altre pellicole del genere diventate celebri sono “L’affittacamere” e “L’infermiera di notte”.
Ma Gloria Guida non è solo commedia sexy ma anche cinema di genere, spesso con risvolti drammatici o intenti sociologici. Da “La ragazzina”, “La minorenne” e “Quell’età maliziosa” allo scandalo di “Avere vent’anni”, il film più censurato e controverso di Fernando Di Leo, una sorta di “Thelma & Louise” ante litteram.
Con gli anni 80 sarebbero arrivati i titoli di cassetta, in particolare “Fico d’India”, “La casa stregata” e “Sesso e volentieri”. A cambiarle la vita è però il teatro. Non solo perché è un ambito che le conferisce un credito professionale più “istituzionale”, ma anche perché nel 1979 recitando in “Accendiamo la lampada” incontra Johnny Dorelli. Dal 1988 si ritira progressivamente a vita privata, per seguire la famiglia e la figlia Guendalina avuta da Dorelli.
Un esilio volontario durato quasi vent’anni, fino al 2008, quando è tornata a farsi abbracciare dal pubblico che non l’aveva mai dimenticata. Una fiction su Canale 5 (“Fratelli Benvenuti”) e alcuni partecipazioni a programmi come “Io canto” e “Tale e quale show”.